Calciomercato Fiorentina: sarà un gennaio movimentato

In quest'articolo abbiamo realizzato un'analisi su quelli che saranno i potenziali movimenti in entrata per la Fiorentina, per quanto riguarda il mercato invernale di gennaio. Opzioni, interessamenti, scelte di calciomercato da sfruttare al momento opportuno.

La classifica della Serie A, dopo i primi due posti, è molto corta e sono tante le compagini che attualmente cullano sogni europei, dalla Champions fino alla Conference League.

Tra queste squadre c’è la Fiorentina, sita oggi ad un punto solo di distanza dal 4’ posto occupato in coabitazione da Roma e Bologna. Il direttore generale Joe Barone ha più volte chiarito che la società è pronta a muoversi nel mercato di gennaio, seguendo le indicazioni del tecnico Vincenzo Italiano.

Calciomercato Fiorentina: diverse idee, in attesa di affondare il colpo

Le prime indiscrezioni di mercato parlano della ricerca di un esterno destro basso, visto che Kayode non può giocarle tutte, con l’infortunio di Dodò. Infatti, saranno proprio le condizioni del terzino brasiliano a stabilire se la Viola acquisterà un terzino destro o meno a gennaio.

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Sabatino Durante: “L’Inter non prenderà Gudmundsson e Bento, ti dico la mia su Allegri e Thiago Motta. Sugli Europei…”

Il brasiliano spingerebbe per un rientro anticipato, ma non verrà assolutamente rischiato, visto il gravissimo stop patito: lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio destro.

Le idee gigliate in Italia portano ai nomi di Mazzocchi e Zanoli, mentre nelle ultime ore dalla Romania si è parlato dell’interesse per Andrei Rațiu (difensore rumeno del Rayo Vallecano, per il quale il Villarreal conserva l’opzione di riacquisto) ma, appunto, si aspettano certezze maggiori sullo stato di salute di Dodò.

Si cerca anche un esterno offensivo che sappia far goal visto che, dei cinque attualmente nella rosa della Fiorentina, solo Nico Gonzalez riesce a garantire un buon apporto di segnature. Si era parlato di un interesse viola per Laurienté, ma il costo è alto come quello di altri potenziali obiettivi presenti nel nostro campionato; per questo è possibile che si viri su un nome proveniente da altro Paese, ancora mai uscito sui giornali.

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Sabatino Durante: “L’Inter non prenderà Gudmundsson e Bento, ti dico la mia su Allegri e Thiago Motta. Sugli Europei…”

Il tutto senza dimenticare il discorso sul centravanti, in attesa di capire se Nzola giocherà o meno la Coppa d’Africa. In caso affermativo, l’acquisto di un centravanti diventerebbe obbligatorio, ma non viene escluso nemmeno qualora l’angolano rimanesse a Firenze, perché Beltran si sta dimostrando sempre più una seconda punta, ed entrambi hanno segnato veramente poco fin qui.

Serve un usato subito pronto all’uso. Un nome? Il Gallo Belotti (Abraham permettendo), sempre che la Roma rientri nell’ordine delle idee di rinforzare potenzialmente una diretta concorrente all’Europa.