Il Tour de France pronto ad escludere Chris Froome. Il team Sky prepara il ricorso

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui
PAU, FRANCE - JULY 13: Christopher Froome of Great Britain riding for Team Sky in action during stage 12 of the Le Tour de France 2017, a 214.5km stage from Pau to Peyragudes on July 13, 2017 in Pau, France. (Photo by Bryn Lennon/Getty Images)

Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

Quando manca ormai davvero poco all’inizio del Tour de France, in programma dal prossimo sabato 7 luglio, nel mondo del ciclismo sta succedendo di tutto. Infatti, è delle ultime ore l’indiscrezione che il Tour de France vuole escludere il corridore Chris Froome dalla manifestazione. La motivazione è molto semplice: il corridore è stato trovato positivo al salbutamolo, durante un controllo antidoping effettuato nello scorso mese di settembre. In quel tempo, il capitano del team Sky era impegnato a correre la Vuelta di Spagna, manifestazione ciclistica dove ha poi trionfato. Il valore del salbutamolo riscontrato nelle sue analisi era di gran lunga superiore al limite consentito. Sul corridore c’è però ancora un processo in corso e la sentenza definitiva non è ancora arrivata. Lo stesso, più di una volta, ha difeso la sua posizione dichiarandosi innocente e al momento, visto che il team ha scelto di non sospenderlo, sta continuando a correre i suoi impegni sportivi, previsti nel calendario.
Come andrà a finire la vicenda tanto chiacchierata? Chris Froome verrà escluso dal Tour?

Leggi anche:  Johan Bruyneel tuona: "Il ciclismo è pieno di ipocriti. Lance Armstrong era meno dopato di gente come Basso e Ullrich"

Tour de France, l’esclusione di Froome dalla competizione. L’indiscrezione di  Le Monde

Si è tanto discusso sulla partecipazione di Chris Froome al Tour de France. Il corridore sulla carta, può partecipare in quanto è ancora in attesa di sentenza, ma l’organizzazione della corsa è pronta a far di tutto per escluderlo da quest’imminente edizione della manifestazione.
Stando infatti, all’indiscrezione riportata dal quotidiano francese Le Monde, la Aso, che è l’associazione che organizza l’evento, è pronta al tutto per tutto per escludere il corridore.
In base all’articolo 28 del regolamento della Aso, la stessa ha “la facoltà di rifiutare la partecipazione o di escludere dalla prova una squadra o un suo membro la cui presenza danneggerebbe l’immagine o la reputazione di ASO o della prova stessa”.
Il team Sky ovviamente non sta a guardare e davanti a questa situazione è pronta a presentare ricorso. Questo si discuterà nella giornata di martedì 3 luglio alle ore 9. Qualora il ricorso dovesse essere respinto, la squadra ricorrerà al Tas, come ultima spiaggia, con il rischio che i tempi si allunghino e quindi il corridore venga escluso dalla competizione.
Come andrà a finire la vicenda? Non resta che attendere ancora qualche giorno per scoprirlo. Sarebbe comunque un grandissimo colpo di scena, visto che il Tour perderebbe uno dei favoriti alla vittoria finale. Ricordiamo infatti che Froome, arriva in terra francese, dopo aver conquistato il Giro d’Italia e con l’intenzione di compiere un’impresa, fare la doppietta: Giro-Tour per triplicare con la Vuelta nel mese di settembre. In caso di partecipazione, alla Grande Boucle troverà come avversari, tra i tanti, sia Nairo Quintana, sia l’azzurro Vincenzo Nibali. Lo Squalo dello stretto, capitano del team Bahrain Merida vuole infatti dare battaglia a Chris Froome. Precisiamo infine, che qualora Froome venisse escluso e poi squalificato, quando arriverà la sentenza, la vittoria della Vuelta gli verrà sottratta e passerà a tavolino nelle mani proprio di Vincenzo Nibali.
Non resta quindi che attendere gli sviluppi di una vicenda sempre più intricata.

  •   
  •  
  •  
  •