Ciclismo, Davide Cassani: “Sarebbe servito maggior rispetto per il Giro d’Italia”

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Domenica scorsa l’UCI ha ufficializzato il calendario ciclistico 2020 che ha fatto scatenare qualche polemica per quanto riguarda il Giro d’Italia che è stato inserito insieme alla Classiche del Nord, mentre il Tour de France si è trovato più libero sotto questo punto di vista.
Il ct azzurro Davide Cassani in un’intervista a Bici Magazine ha rimarcato proprio questa decisione che non l’ha trovato d’accordo; di seguito le sue parole.

Davide Cassani, l’intervista

GIRO D’ITALIA 2020: “Sarebbe servito maggior rispetto, non mi piace che le classiche siano state inserite in concomitanza con il Giro, in questa fase tutti sono chiamati a fare sacrifici e non solo la corsa la rosa. Le restrizioni ovviamente incideranno anche sull’organizzazione e in Emilia Romagna era prevista una grande festa per la tappa di Cesenatico che ricalca quella della Nove Colli: “Questa regione ha un grande peso sulla corsa rosa 2020 con tre tappe e quella di Cesenatico che è un omaggio alla Nove Colli, avevamo organizzato una grande settimana di festa ma purtroppo sarà tutto diverso“.

Per quanto riguarda i Mondiali in programma dal 20 al 27 settembre dove ancora non ci sono certezze se si potranno disputare ad Aigle-Martigny (Svizzera), Davide Cassani si è limitato a dire: “Attendiamo una decisione definitiva“.

  •   
  •  
  •  
  •