Simoni sul Giro 2003: “Cascata del Toce? Non è vero che ho tolto la vittoria a Pantani. Anche Marco non regalava nulla”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Simoni

L’ex ciclista Gilberto Simoni è tornato a parlare l’episodio di Cascata del Toce al Giro d’Italia 2003, nel quale fu accusato di aver negato la vittoria a Marco Pantani nell’ultimo scatto della carriera. In particolare, si legge in un estratto di una recente intervista a TuttoBici: “Molti girano attorno a questa storia e pochi riescono a raccontare la realtà dei fatti: io non ho fatto molto per ri­prendere Pantani. Il potenziale vincitore alla Ca­scata del Toce doveva essere Dario Frigo per quanto aveva mostrato il giorno prima. Infatti Frigo alla Ca­scata è arrivato secondo. Perso­nal­mente lo dissi già alla vigilia di quella tappa che non avrei fatto regali. Lo stesso Pantani nei periodi migliori non ha mai regalato niente. Alla Cascata del Toce Marco è arrivato oltre la sesta po­sizione; se fosse giunto secondo potevano anche accusarmi. Al massimo ho privato Frigo della vittoria, non certo Pan­tani”. 


Simoni  racconta anche la delusione del Giro 2004: “È stata soprattutto una caduta nella cronometro di Trieste a rovinarmi il Gi­ro. Quel giorno giove pluvio si scatenò solo quando presi il via io e ca­dendo persi tempo prezioso e mi procurai problemi fisici che si trascinarono qualche tappa. Non ho perso quel Giro a Montevergine, quando Cunego s’impose, e nemmeno su altre salite. A Trieste persi un Giro comunque anomalo: siamo arrivati 12 giorni allo sprint, e Petacchi vinse 9 tappe. Da quando io ho smesso di correre le tappe che si risolvono allo sprint si contano sulle dita di una mano. Se fosse stato un Giro sullo stile di quelli post 2010 avrei potuto correre con più tranquillità. Io a Trieste 2004 disputai la crono con grande foga per guadagnare secondi preziosi, forse anche per quello finii per terra. Coi percorsi di adesso, una crono è decisamente meno determinante”.
(fonte tuttobisciweb.it)

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Mondiali Ciclismo Fiandre 2021, orari, programma e dove vederlo in diretta