Colbrelli non potrà tornare a correre. Parla il medico Mos. Ma c’è una difficile alternativa

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu

Colbrelli non potrà tornare a correre
Colbrelli non potrà più tornare a correre, almeno non in Italia. A parlare del caso del corridore è Lucio Mos, presidente della Società italiana di cardiologia dello sport. Il medico ha spiegato la situazione in una lunga intervista rilasciata a Repubblia.

Colbrelli non potrà più tornare a correre. Le dichiarazioni

Il medico in un’intervista rilasciata a Repubblica ha dichiarato:Colbrelli non potrà tornare a correre, almeno in Italia. I protocolli italiani di fatto impediscono di tornare a praticare uno sport impegnativo dal punto di vista cardiaco con un defibrillatore. I nostri protocolli, datati 2017, in materia di defibrillatori sono estremamente severi, più che all’estero. Praticare uno sport ad alta intensità d’impegno cardiaco con un ICD è impossibile. A dirla tutta, il protocollo sta per essere aggiornato, lo sarà entro la fine del 2022. Ma non sono previste novità in materia di defibrillatori. Giusta o sbagliata che sia, la posizione italiana è questa e non cambierà”.

Al paragone col caso di Eriksen ha risposto: “L’ha fatto, sì, ma in Inghilterra. In Italia non avrebbe potuto, tanto che ha dovuto rescindere con l’Inter”. È così. Colbrelli non può tornare a correre in Italia per i regolamenti vigenti. Per rimettere un numero di gara, il bresciano dovrebbe prendere una licenza estera, entrare nel sistema sportivo sanitario di un altro paese, rinunciare quindi alla maglia azzurra. Dovrebbe come Eriksen, trovare un medico che si “assuma” la responsabilità di conferirgli l’idoneità sportiva. Possibile, certo, ma assai improbabile”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie C, dove vedere Giugliano-Foggia: streaming LIVE e diretta tv Antenna Sud?
Tags: