Colbrelli: “C’è un destino scritto per ognuno di noi”. Il messaggio con Eriksen e il nuovo ruolo

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu


Colbrelli racconta la sua nuova vita dopo l’arresto cardiaco che l’ha colpito nel mese di marzo al Giro di Catalogna. Attualmente lo ritroviamo come opinionista al Processo alla Tappa del Giro d’Italia che va in onda sui canali Rai. Ruolo che ha così commentato come riportato da Tuttobiciweb: “Per me è una grade emozione essere al Processo, l’ho sempre seguito quando ero ragazzo, mi fa piacere poter commentare con voi qualche tappa, spero di riuscire a raccontare qualche bella vittoria italiana”.

Colbrelli, la confessione

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, il corridore ha parlato del destino chiosando: “C’è un destino scritto per ognuno di noi, me lo sento dentro. Perché? Mi sono chiesto allo sfinimento. Perché da campione italiano, europeo, della Roubaix? Perché proprio in quest’anno così importante, in cui potevo togliermi qualche altra soddisfazione? Ma non potevi aspettare un altro po’, arresto cardiaco del cavolo…?”.

Colbrelli ha ricevuto anche un messaggio da Eriksen, giocatore che ha avuto un arresto cardiaco durante una partita con la Nazionale e ora dopo un lungo recupero è riuscito a tornare all’attività agonistica. Al riguardo ha raccontato: “Mi ha scritto su Instagram anche Eriksen: non pensare a quello che è successo, guarda dove sono io adesso. Ho l’affetto della mia famiglia e della mia squadra, la Bahrain, che mi conforta. Mi è tornata indietro un’onda di amore pazzesca e allora penso che qualcosa di buono nella vita, forse, l’ho combinato”. Sul futuro invece, Sonny non si è sbilanciato, ma ha precisato che se non potrà più tornare a correre, il suo futuro sarà comunque sempre nel mondo del ciclismo.

  •   
  •  
  •  
  •