Campionato Italiano 2022 ciclismo: chi è Filippo Zana, nuovo campione tricolore

Pubblicato il autore: andrea terreni


Al Campionato Italiano 2022 di ciclismo si è accesa la stella di Filippo Zana, ventitreenne scalatore della Bardiani – CSF – Faizané. Il corridore vicentino nato a Thiene ha colto domenica ad Alberobello quella che fino ad oggi è la sua vittoria più bella e più importante, battendo in uno sprint a quattro i suoi compagni di fuga. Eppure sembrava che di quel drappello di abili attaccanti fosse proprio lui quello dotato del peggior spunto veloce, ma sul traguardo la grande condizione e le motivazioni gli hanno permesso di mettere in fila Rota, Battistella e Piccolo.

Una grande soddisfazione per il team Bardiani di Bruno Reverberi in una stagione fin qui non proprio ricchissima di successi e grandi prestazioni. Per Zana invece questo potrebbe essere il successo che farà da apripista ad una carriera di assoluto livello.

Filippo Zana, un funambolo al Campionato Italiano di Ciclismo 2022

Nato a Thiene il 18 Marzo 1999, Filippo Zana è uno scalatore moderno, alto 1,85 metri per 65 chilogrammi di peso. E’ passato professionista nel 2020 con la Bardiani proveniente dalla Sangemini MG Kvis dove si era messo in luce vincendo il Trofeo di Capodarco e disputando tante gare di assoluto livello.
Con la Bardiani dopo una prima stagione di assoluto apprendistato si è messo in luce al Tour de l’Avenir conquistando il 3° posto in classifica generale. Per lui sempre nello stesso anno anche le vittorie della classifica generale al Sazka Tour e alla Course de la Paix, oltre ad una vittoria di tappa e podio nella generale all’Istrian Spring Trophy.

Quest’anno un ulteriore salto di qualità. In primavera ha dimostrato di poter fare classifica in brevi corse a tappe di buon livello come il Giro dell’Oman (13°) e il Gran Camino (11°), mettendosi sempre in mostra nelle tappe di montagna. A Maggio una buona tappa a Torino quando in molti big sono andati in difficoltà e grande impegno in tutte le tappe del Giro d’Italia. Ma è stato il viatico per preparare questo straordinario inizio estate. Prima la vittoria nell’Adriatica-Ionica Race grazie ad una grande regolarità e a due podi di tappa. Poi il grande numero di domenica al Campionato Italiano di Ciclismo 2022 in cui ha dimostrato a tutti il suo enorme talento.

Adesso una maglia tricolore da portare sulle spalle per un anno intero e sperando che possa essere di grande auspicio per i risultati futuri.

  •   
  •  
  •  
  •