Perquisizione Bahrain-Victorious, la procura smentisce: “Sequestrati medicinali in hotel”. Il punto

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu

Perquisizione Bahrain-Victorious
La Perquisizione Bahrain-Victorious in hotel al Tour de France apre nuovi scenari. Infatti, il team aveva comunicato di non aver subito nessun sequestro di materiale. Ma come un fulmine a ciel sereno, nella serata di ieri, è arrivata la smentita della Procura di Marsiglia secondo cui, durante le perquisizioni sarebbero stati sequestrati dei medicinali.


Perquisizione Bahrain-Victorious. Il punto

La Bahrain-Victorious non affronterà certo questo Tour de France a cuor leggero. Le perquisizioni volute dalla Procura di Marsiglia potrebbero rivelarsi un vero e proprio problema. La stessa ha voluto precisare come riportato dal quotidiano Le Parisien, che c’è stato il sequestro “di materiale elettronico e di farmaci la cui natura e la cui origine restano indeterminate. E che comunque sono soggetti a prescrizione”. Ricordiamo che la prima perquisizione è stata domiciliare a corridori e staff, mentre la seconda ha avuto luogo nell’hotel. Gli agenti hanno perquisito anche le ammiraglie.
La Bahrain-Victorious già lo scorso anno era stata soggetto di un’altra indagine da parte della Procura di Marsiglia per “acquisto, trasporto, detenzione, importazione di una sostanza o metodo proibito da parte di atleti senza giustificazione medica”. Non resta che attendere lo scorrere del tempo per comprendere l’evoluzione della vicenda che sembra molto delicata.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Olanda-Argentina, dove vedere quarti di finale Mondiali Qatar 2022 LIVE: diretta TV, streaming e orario
Tags: