Alessia Filippi, futuro da mamma e passione giallorossa: “Juve-Roma? Imperdibile”

Pubblicato il autore: Sara Mechelli Segui

ANGELO CARCONI AGENZIA TOIATI ALESSIA FILIPPI MEDAGLIA ORO 1500 METRI STILE LIBERO

 

Pluricampionessa europea, gradino più alto del podio nei 1500 stile libero e bronzo negli 800 ai Mondiali 2009 di Roma, oltre ovviamente a quell’argento negli 800 stile libero alle Olimpiadi di Pechino 2008 che la consacrarono come una delle regine del nuoto italiano. Questi – in una sintesi riduttiva – i numeri di Alessia Filippi: romana, classe ’87 e sportiva amatissima.

Da ormai due anni l’addio all’agonismo e alle gare internazionali: “Ho appeso cuffia, costume e occhialini al chiodo e fra qualche mese diventerò mamma: mi avvio così ad un’altra grande ed emozionante esperienza”.

Tuttavia nel presente di Alessia c’è ancora il nuoto visto adesso da bordo vasca: “Da quando ho concluso la mia carriera alleno tutti i giorni i ragazzi Esordienti A, giovani dagli 11 ai 13 anni: con loro mi diverto tantissimo”.

Dopo le medaglie regalate all’Italia, l’esperienza da commentatrice tecnica ai Mondiali di Barcellona 2013 e chissà se tra le giovani Azzurre c’è già una nuova Filippi: “Giudicare in prospettiva è molto complicato, tuttavia mi auguro veramente che ci sia qualcuno che vinca tanto a livello internazionale perché l’Italia ne ha bisogno”.

Ma Alessia Filippi non è solo un’ex nuotatrice, nota la sua saldissima fede giallorossa e allora alla vigilia di Juventus-Roma, ennesima sfida Scudetto di queste ultime stagioni, impossibile non chiederle un commento sul match che attende la squadra di Garcia.

“Questa domenica pomeriggio io e mio marito avevamo programmato di uscire ma, saputo della gara alle 18, abbiamo subito cambiato programma: impossibile perdere la partita della Roma. Mi auguro davvero che vada bene – ha detto ai microfoni di SuperNews – la stagione è iniziata nel migliore dei modi, quella precedente l’abbiamo chiusa alla stragrande: spero vivamente che dal secondo posto potremo raggiungere il primo”.

Lo Scudetto dunque non è un tabù: “Manca tanto alla fine, siamo ancora all’inizio e sarà un Campionato tutto da giocare. Da ex sportiva sono scaramantica: incrocio le dita e spero”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,