Atletica, risultati meeting di Birmingham. In 4 sotto i 10 secondi nei 100 metri.

Pubblicato il autore: rizzoli giorgio Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Sabato 18 agosto sono in programma interessanti meeting internazionali di atletica leggera.
All’Alexander Stadium di Birmingham (Gran Bretagna) è appena iniziato il meeting della Iaaf Diamond League.
Più tardi a Goteborg (Svezia) si svolgerà il Göteborg Friidrott Grand Prix, che fa parte del circuito Classic Permit Meetings.

16.56 Birmingham: finale dei 100 metri maschili e nonostante il vento -0,5, in 4 vanno sotto i 10 secondi. Prevale di strettissima misura lo statunitense Christian Coleman in 9.94; stesso tempo per il britannico Reece Prescod, che migliora il personale di 2/100. 3° posto per Noah Lyles (Stati Uniti) con 9.98 e 4° posto per il giamaicano Yohan Blake con 9.99.
16.46 Birmingham: 200 metri femminili, un po’ a sorpresa vince la giamaicana Shaunae Miller-Uibo con 22.15 (altro record del meeting), che precede la triplice campionessa europea (100, 200 e 4×100) Dina Asher-Smith (Gran Bretagna) con 22.31 e l’olandese Dafne Schippers che si era presentata in testa all’entrata del rettilineo e chiude in 22.41.
16.42 Birmingham: altro “meeting record” nel lungo femminile, con la tedesca Malaika Mihambo, che all’ultimo salto arriva a 6,96. 2° posto nella gara per Caterine Ibarguen (Colombia) con 6,80.
16.36 Birmingham: gran tempo negli 800 metri per il keniano Emmanuel Kipkurui Korir che vince in 1.42.79, record del meeting. Seguono 3 keniani e 2 polacchi, nell’ordine Jonathan Kitilit 1.43.53, Elijah Motonei Manangoi 1.44.15 (primato personale), Fergusoni Cheruiyot Rotich 1.44.44, Marcin Lewandowski 1.44.75, Adam Kszczot 1.44.97.
16.27 Birmingham: per Laura Muir, campionessa europea dei 1500 c’era l’obiettivo del primato nazionale della Gran Bretagna, ma il ritmo, nonostante la lepre, non è quello giusto e finisce la gara con il tempo di 2.33.92, lontano dal record. 2° posto per la francese Renelle Lemote in 2.34.48 e 3° per l’altra britannica Adelle Tracey in 2.34.59.
16.20 Birmingham: nel giavellotto maschile, prima del turno di lanci conclusivo, è in testa il tedesco Andreas Hoffman con la bella misura di 89,82.
16.18 Birmingham: sorpresa nella gara di 1 miglio maschile, dove prevalgono 2 atleti australiani sugli atleti africani. Vince Stewart McSwein in 3.54.60, davanti a Ryan Gregson con 3.55.10; 3° posto per il keniano Paul Chelimo con 3.55.96.
16.07 Birmingham: finale dei 110 hs maschili. Vince Orlando Ortega (Spagna) con un ottimo 13.08. 2° posto per Ronald Levy (Giamaica) con 13.22 e 3° per Pascal Martinot-Lagarde con 13.25.
16.00 Birmingham: gara di peso femminile vinta dalla tedesca Christina Schwanitz con 18,20.
15.58 Birmingham: bellissima gara di 3000 metri femminili. Con un ultimo km molto veloce, si impone la keniana Agnes Jebet Kirop con il tempo di 8.32.21. Podio tutto keniano con il 2° posto per Lilian Kasait Rengeruk con 8.33.43 e 3° posto per Hellen Obiri con 8.36.26. Poi 2 britanniche con Eilish Mccolgan con 8.38.49 e Melissa Courtney, al primato personale con 8.39.20. 6° posto per la tedesca Konstanze Klosterhalfen con 8.41.37.
15.41 Birmingham: vince Conseslus Kipruto (Kenya) in 8.14.33, davanti all’etiope Chala Beyo con 8.14.61.
15.32 Birmingham: partenza dei 3000 siepi senza l’annunciato Soufiane El Bakkali (Marocco), uno dei pochi atleti che ha un personale sotto gli 8 minuti.
15.26 Birmingham: l’olandese di origine etiope Sifan Hassan vince senza problemi la gara, con un tempo di poco superiore ai 4 minuti. Classifica: 1° Hassan 4.00.60; 2° Gudaf Tsegay(Etiopia) 4.01.03; 3° Sofia Ennaoui (Polonia) 4.02.06.
15.16 Birmingham: grande misura nel lungo maschile con Luvo Manyonga (Rep. Sud Africa) con 8,42 al primo salto, che poi migliora a 8,53 al quarto (record del meeting) e ancora un 8,47 all’ultimo turno. 2° posto per Tajay Gayle (Giamaica) con 8,17.
15.15 Birmingham: combattuta gara dei 400 metri maschili, in cui prevale Fred Kerley (Stati Uniti) in 45.54.
15.06 Birmingham: conclusa la gara dell’asta femminile, senza ulteriori salti validi: 1° Morris 4,62; 2° Stefanidi 4,52.
15.05 Birmingham: 400 hs vince la svizzera Lea Sprunger in 54.86, che resiste al ritorno di Janieve Russell (Giamaica) con 54.91.
14.56 Birmingham: che 2 batterie dei 100 metri. Nella prima 10.07 per Akani Simbine (Rep. Sud Africa), poi 10.09 Zharnel Hughes (Gran Bretagna) e 10.11 per Noah Lyles. Nella seconda 10.01 per Christian Coleman (Stati Uniti), 10.03 per Yohan Blake (Giamaica), 10.12 per Reece Prescod (Gran Bretagna).
14.55 Birmingham: errori a 4,72 per Stefanidi, che è passata a questa quota dopo l’errore a 4,62 e Morris.
14.49 Birmingham: Morris supera 4,62 nell’asta. Errore per la Stefanidi.
14.47 Birmingham: in corso la gara di asta femminile con la campionessa europea Katerina Stefanidi, che ha già superato la quota di 4,52, come pure la statunitense Sandi Morris, leader mondiale stagionale con 4,95.

  •   
  •  
  •  
  •