F1, GP Belgio 2020: Hamilton trionfa davanti a Bottas. Ferrari fuori dai punti

Pubblicato il autore: Mattia Orlandi Segui

GP Belgio

Lewis Hamilton si conferma nuovamente incontenibile e porta a casa anche il GP Belgio, settima prova del Mondiale 2020 di Formula 1. L’alfiere della Mercedes ottiene così la quinta vittoria stagionale (ottantanovesima in carriera), precedendo sul traguardo il compagno di squadra Valtteri Bottas e la Red Bull di Max Verstappen. Ottimo quarto posto per Daniel Ricciardo (Renault), che ottiene il giro più veloce proprio sotto la bandiera a scacchi, mentre la Ferrari chiude il suo weekend disastroso con il tredicesimo posto di Sebastian Vettel ed il quattordicesimo di Charles Leclerc, che chiudono alle spalle dell’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen, ultimo campione del Mondo con la Rossa di Maranello (2007).

Alle spalle dell’australiano troviamo Esteban Ocon, che conferma l’ottimo fine settimana della Renault, che sorpassa Alexander Albon (Red Bull) all’ultimo giro, mentre chiudono la top-10 la McLaren di Lando Norris, Pierre Gasly (ottima rimonta con la sua AlphaTauri) e le due Racing Point di Lance Stroll e Sergio Pérez. Problemi alla Power Unit, prima della partenza, per Carlos Sainz e così non è riuscito a prendere il via di questo GP Belgio con la sua McLaren.

CLASSIFICA PILOTI
1. Lewis Hamilton (Regno Unito) 157
2. Max Verstappen (Olanda) 110
3. Valtteri Bottas (Finlandia) 107
4. Alexander Albon (Thailandia) 48
5. Charles Leclerc (Monaco) 45
6. Lando Norris (Regno Unito) 45
7. Lance Stroll (Canada) 42
8. Sergio Pérez (Messico) 33
9. Daniel Ricciardo (Australia) 33
10. Esteban Ocon (Francia) 26

CLASSIFICA COSTRUTTORI
1. Mercedes 264
2. Red Bull Racing 158
3. McLaren 68
4. Racing Point 66 (-15)
5. Ferrari 61
6. Renault 59
7. AlphaTauri 20
8. Alfa Romeo Racing 2
9. Haas 1
10. Williams 0

CLICCA QUI PER AGGIORNARE IL LIVE

GP BELGIO 2020, 44 giri
Circuito di Spa-Francorchamps, settima prova del Mondiale di F1

CLASSIFICA GP BELGIO
1. Hamilton
2. Bottas
3. Verstappen
4. Ricciardo
5. Ocon

BANDIERA A SCACCHI! Hamilton vince nettamente il GP Belgio, davanti a Bottas e Verstappen. Quarto Ricciardo, che ottiene il giro più veloce all’ultima occasione! Ferrari mestamente fuori dai punti


Giro 44/44 – Inizia la tornata conclusiva ed Ocon riesce a passare il pilota della Red Bull
Giro 43/44 –
Gasly passa anche Stroll e conferma la sua ottima gara, oggi a Spa
Giro 42/44 –
Norris si avvicina ad Ocon e potrebbe esserci un ultimo giro “caldo”. Intanto Albon si difende dal francese con una grande staccata dopo il Kemmel
Giro 41/44 –
Gasly agguanta la nona posizione, superando Pérez. Leclerc fatica ad avvicinarsi a Grosjean, nonostante il DRS
Giro 40/44 –
Cinque giri al termine del GP Belgio e comunicano a Bottas di stare lontano dai cordoli. Ricciardo è il più veloce in pista e lotta per la quinta posizione tra Albon ed Ocon
Giro 39/44 –
Verstappen ha lamentato vibrazioni sulle sue gomme e anche le Mercedes rallentano il ritmo
Giro 37/44 –
Norris passa Stroll e si porta in settima posizione
Giro 36/44 –
Sorpasso all’esterno per Pérez su Kvyat
Giro 35/44 –
Dieci tornate al termine del GP Belgio
Giro 34/44 –
Frenata al limite del finlandese dell’Alfa Romeo, ma Gasly riesce a passarlo alla fine del Kemmel
Giro 33/44 –
Pérez rientra in zona punti, con il sorpasso su Raikkonen
Giro 32/44 –
Vettel è sorpassato anche da Gasly e dice al box che non ha più gomme


Giro 30/44 –
Bottas resta a quattro secondi dal compagno di team ma porta a tre il vantaggio su Verstappen
Giro 29/44 –
Hamilton si riprende il miglior giro della gara. Raikkonen ha allungato su Vettel e quest’ultimo viene sorpassato da Pérez
Giro 27/44 –
Il britannico dà un altro strappo e porta a quattro secondi il vantaggio sul compagno di squadra. Sosta per il francese dell’AlphaTauri e giro più veloce del GP Belgio per Leclerc (nel pitstop gli è stata iniettata aria compressa nel circuito del motore)
Giro 26/44 –
Intermedio record per Ocon e riesce a passare Gasly
Giro 25/44 –
GPV del GP Belgio per Hamilton e Verstappen si porta ad un secondo da Bottas. Seconda sosta per Leclerc, che monta gomme medie ed è ancora lento (cinque secondi)
Giro 24/44 –
Albon riesce a prendersi la quinta posizione, mentre dal GPS si nota la distanza tra i primi tre ed il resto del gruppo
Giro 23/44 –
Gasly resta davanti ed Ocon si avvicina al pilota della Red Bull
Giro 22/44 –
Siamo a metà di questo GP Belgio e Albon è sotto il secondo dal francese dell’AlphaTauri
Giro 21/44 –
Ricciardo si riprende la quarta posizione, superando Gasly
Giro 20/44 –
Bottas perde da Hamilton e vede riavvicinarsi Verstappen, che sembra a suo agio con questi pneumatici


Giro 19/44 –
Sosta per Pérez, che cambia le sue morbide e monta le dure. Il monegasco prova a superare il compagno di team, che chiude al limite
Giro 18/44 –
Anche Albon passa il messicano della Racing Point. Investigazione per Leclerc, che dopo la gara dovrà spiegare del perché andasse così lento durante i giri di schieramento
Giro 17/44 – Bottas toglie al compagno di team il GPV del GP Belgio.
Ricciardo supera Pérez
Giro 16/44 –
Subito giro più veloce per Hamilton. Raikkonen passa il tedesco della Ferrari, sul rettilineo del Kemmel
Giro 15/44 – Riparte il GP Belgio.
Vettel è dodicesimo, Leclerc quattordicesimo (nel suo pitstop problemi nel montare una gomma)
Giro 14/44 –
Tutti i piloti hanno montato gomme dure, con la SC che rientrerà alla fine di questo giro
Giro 12/44 –
Girandola di soste ai box, tranne che per Gasly e Pérez. Giovinazzi perde la sua Alfa Romeo poco prima di “Les Combes” e poi una sua gomma centra la Williams di Russell
Giro 11/44 – Brutto incidente tra Giovinazzi e Russell ed entra la Safety Car! I piloti escono incolumi dalle loro vetture


Giro 10/44 –
Il distacco tra i due della Mercedes sale a due secondi
Giro 9/44 –
Leclerc torna a marcare tempi come chi gli è davanti, con Vettel appena dietro (probabile problema alla parte ibrida della sua PU Ferrari)
Giro 8/44 –
Gasly è molto veloce con le gomme dure e Stroll deve chiudere al limite per restare davanti (cambio di traiettoria)


Giro 7/44 –
Altra tornata molto lenta per il monegasco e viene passato anche da Kvyat
Giro 6/44 – Il britannico sotto il minuto e cinquanta secondi, riprendendosi il giro veloce del GP Belgio (guadagnando sei decimi).
Leclerc subisce anche il sorpasso da parte di Norris
Giro 5/44 –
Bottas si riporta sotto, poco sopra il secondo da Hamilton
Giro 4/44 –
Il britannico è di nuovo il più veloce, con il monegasco della Ferrari autore di un giro molto lento (e viene superato anche da Pérez)
Giro 3/44 –
Giro veloce del GP Belgio per Bottas, che prova a restare vicino ad Hamilton. Gasly è velocissimo sul Kemmel e passa agevolmente Leclerc
Giro 2/44 – Gran partenza di Leclerc, che è già ottavo (e bel sorpasso alla ex-Bus Stop su Pérez)
Giro 1/44 – Parte il GP Belgio 2020! Buona partenza dei primi, con Ricciardo che passa momentaneamente Verstappen sul Kemmel ma poi l’olandese si riporta davanti
15.10 –
Inizia il giro di ricognizione. Leclerc parte con gomme morbide, Vettel con le medie
14.42 – Problema ad uno scarico del motore e così lo spagnolo non prenderà parte al GP Belgio


14.38 – Un po’ di fumo dal motore della McLaren di Sainz durante il giro di schieramento, che lo costringe a rientrare nei box. Si vedrà se potrà partire dalla pitlane
14.30 –
A 40 minuti dalle operazioni di partenza non piove a Spa-Francorchamps, anche se le nuvole sono ben presenti

12.50 – Buon pomeriggio appassionati di SuperNews e benvenuti, da parte di Mattia Orlandi alla diretta scritta del GP Belgio, settimo appuntamento del Mondiale 2020 di Formula 1. Le operazioni di partenza inizieranno alle 15.10

F1, GP Belgio 2020: la griglia di partenza

La Mercedes, nella giornata di ieri (29 agosto), ha conquistato anche l’intera prima fila del GP Belgio, con il britannico Lewis Hamilton in pole (quinta stagionale, novantatreesima in carriera) ed il compagno di squadra Valtteri Bottas al suo fianco, con un distacco di ben mezzo secondo tra i due. In seconda fila troviamo la Red Bull di Max Verstappen e la Renault di Daniel Ricciardo (decisamente in palla in questo inizio di weekend), rispettivamente a cinque e otto decimi dalla pole position, con l’olandese che ha mancato la seconda posizione per appena quindici millesimi.

Quinta e sesta posizione per Alexander Albon (Red Bull) ed Esteban Ocon (Renault), mentre completano la top-10 Carlos Sainz (McLaren), le due Racing Point di Sergio Pérez e Lance StrollLando Norris (McLaren). Proseguono le enormi difficoltà della Ferrari (già viste durante le prove libere), con Charles Leclerc che partirà in tredicesima posizione e Sebastian Vettel al suo fianco, in settima fila: da quando esiste questo format di qualifiche, quindi dal 2006, è appena la seconda volta che entrambe le Rosse di Maranello mancano l’accesso alla Q3 (l’unico precedente è il GP Europa 2012).

GRIGLIA DI PARTENZA GP BELGIO
1 – Lewis Hamilton (Mercedes) – 1’41″252 – Q3
2 – Valtteri Bottas (Mercedes) – 1’41″763 – Q3
3 – Max Verstappen (Red Bull-Honda) – 1’42″778 – Q3
4 – Daniel Ricciardo (Renault) – 1’42″061 – Q3
5 – Alexander Albon (Red Bull-Honda) – 1’42″264 – Q3
6 – Esteban Ocon (Renault) – 1’42″396 – Q3
7 – Carlos Sainz (McLaren-Renault) – 1’42″438 – Q3
8 – Sergio Perez (Racing Point-Mercedes) – 1’42″532 – Q3
9 – Lance Stroll (Racing Point-Mercedes) – 1’42″603 – Q3
10 – Lando Norris (McLaren-Renault) – 1’42″657 – Q3
11 – Daniil Kvyat (Alpha Tauri-Honda) – 1’42″730 – Q2
12 – Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) – 1’42″745 – Q2
13 – Charles Leclerc (Ferrari) – 1’42″996 – Q2
14 – Sebastian Vettel (Ferrari) – 1’43″261 – Q2
15 – George Russell (Williams-Mercedes) – 1’43″468 – Q2
16 – Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) – 1’43″743 – Q1
17 – Romain Grosjean (Haas-Ferrari) – 1’43″838 – Q1
18 – Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) – 1’43″950 – Q1
19 – Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) – 1’44″138 – Q1
20 – Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) – 1’44″314 – Q1

F1, GP Belgio: l’albo d’oro delle vittorie sul circuito di Spa-Francorchamps
Piloti
6 – Michael Schumacher (Germania): 1992, 1995, 1996, 1997, 2001, 2002
– Ayrton Senna (Brasile): 1985, 1988, 1989, 1990, 1991
4 – Jim Clark (Regno Unito): 1962, 1963, 1964, 1965
Kimi Raikkonen (Finlandia): 2004, 2005, 2007, 2009
3 – Juan Manuel Fangio (Argentina): 1950, 1954, 1955
Damon Hill (Regno Unito): 1993, 1994, 1998
Lewis Hamilton (Regno Unito): 2010, 2015, 2017
2 – Alberto Ascari (Italia): 1952, 1953
Alain Prost (Francia): 1983, 1987
Sebastian Vettel (Germania): 2011, 2013
1 – Giuseppe “Nino” Farina (Italia): 1951
Peter Collins (Regno Unito): 1956
Tony Brooks (Regno Unito): 1958
Jack Brabham (Regno Unito): 1960
Phil Hill (USA): 1961
John Surtees (Regno Unito): 1966
Dan Gurney (USA): 1967
Bruce McLaren (Nuova Zelanda): 1968
Pedro Rodriguez (Messico): 1970
Nigel Mansell (Regno Unito): 1986
David Coulthard (Regno Unito): 1999
Mika Hakkinen (Finlandia): 2000
Felipe Massa (Brasile): 2008
Jenson Button (Regno Unito): 2012
Daniel Ricciardo (Australia): 2014
Nico Rosberg (Germania): 2016
Charles Leclerc (Monaco): 2019
Costruttori
13 – Ferrari: 1952, 1953, 1956, 1961, 1966, 1996, 1997, 2001, 2002, 2007, 2008, 2009, 2019
12 – McLaren: 1968, 1987, 1988, 1989, 1990, 1991, 1999, 2000, 2004, 2005, 2010, 2012
5 – Lotus: 1962, 1963, 1964, 1965, 1985
– Mercedes: 1955, 2015, 2016, 2017
3 – Williams: 1986, 1993, 1994
Red Bull Racing: 2011, 2013, 2014
2 – Alfa Romeo: 1950, 1951
Benetton: 1992, 1995
1 – Maserati: 1954
Vanwall: 1958
Cooper: 1960
Eagle: 1967
BRM: 1970
Renault: 1983
Jordan: 1998

F1, GP Belgio 2020: dove seguirlo
Il Gran Premio sarà visibile in diretta esclusiva sui canali satellitari di Sky Sport, con la possibilità di usufruire dei servizi streaming di Sky Go e NOW TV.

  •   
  •  
  •  
  •