Finale sciabola maschile a squadre: Corea troppo forte, l’Italia è d’argento

Pubblicato il autore: Vincenzo Palumbo Segui

finale sciabola

Gli azzurri conquistano la finale sciabola maschile a squadre. Continua a dare soddisfazioni la scherma, disciplina che non delude mai le aspettative e anche alle Olimpiadi di Tokyo 2020 si conferma terreno fertile per la raccolta delle medaglie. Dopo il bronzo della spada a squadre femminile, i nostri Enrico Berrè, Luca Curatoli e Aldo Montano scenderanno in pedana per l’assalto all’oro.

FINALE SCIABOLA MASCHILE A SQUADRE

Italia – Corea del Sud 26-45

1/9 – Curatoli VS Kim 4-5
Primo punto di Kim ma l’azzurro subito pareggia e passa in vantaggio.
Buon parziale di Kim che infila tre stoccate consecutive ma Luca Curatoli non molla.
Primo assalto finisce 5-4 per la Corea.
2/9 – Montano VS Oh 0-5
OH infila i primi punti.
Cartellino giallo per Montano partito prima del via.
Scatenato Oh che non da la possibilità all’azzurro di reagire.
Ammonito Oh.
Assalto senza storia, il coreano vince con un parziale di 5 a 0.
3/9 – Berrè VS Gu 2-5
L’azzurro mette a segno la prima stoccata.
Gu prende le misure e si riporta avanti nel parziale.
La Corea prende il largo dopo i primi tre assalti.
4/9 – Montano VS Kim 1-5
Sfida fra veterani della disciplina.
Ancora Corea avanti. Serve una svolta.
Primo punto di Montano in questa finale.
Altro parziale pesante per Montano che subisce la seconda sconfitta.
5/9 – Curatoli VS Gu 4-5
Poche speranze per l’Italia di raggiungere l’oro.
Gu guida il parziale e il distacco si allunga.
Cartellino giallo per Gu che poi va a segno.
Ammonito anche Luca Curatoli.
Gu chiude il quinto assalto vincendo il parziale.
6/9 – Berrè VS Oh 6-5
L’azzurro deve assolutamente vincere questo parziale.
Giallo per Oh.
Berrè prova a rosicchiare qualche punto.
Cartellino giallo per l’azzurro.
Primo assalto vinto dall’Italia che però recupera 1 solo punto.
7/9 – Montano VS Gu 3-5
Italia sotto di 13 stoccate.
Assalto equilibrato con il coreano in vantaggio.
Finisce l’avventura olimpica di Aldo Montano.
8/9 – Berrè VS Kim 1-5
L’atleta azzurra cerca il miracolo.
Oramai la finale si avvia verso la fine con la Corea in netto dominio.
Kim stravince il penultimo assalto con un netto 5 a 1.
9/9 – Curatoli VS Oh 5 – 5
Ultimo assalto di una sfida dove la differenza in pedana è stata troppo evidente.
Grande orgoglio di Luca Curatoli che vuole almeno vincere l’ultimo assalto.
La Corea è a 1 sola stoccata dall’oro.
Italia d’argento, la Corea del Sud vince l’oro.


IMPRESA AZZURRA CONTRO L’UNGHERIA

Durante queste Olimpiadi nipponiche abbiamo visto assalti al cardiopalma, come quello di Daniele Garozzo contro il giapponese Kyosuke Matsuyama. Il match visto questa mattina è stato davvero entusiasmante. Enrico Berrè, Luca Curatoli e Aldo Montano sono stati i protagonisti perfetti di una semifinale equilibrata e sempre in bilico contro la temibile Ungheria. I magiari mai domi hanno dato battaglia all’Italia che alla fine è riuscita a spuntarla con il punteggio di 45-43.
Gli ungheresi si sono dimostrati all’altezza della loro fama ma la finale è arrivata grazie all’esperienza di Montano, 42 anni, la bravura di Berrè e l’autorità di Curatoli, che nell’ultimo difficilissimo assalto ha superato il tre volte campione olimpico Aron Szilagyi.
L’Italia che nei quarti ha battuto l’Iran per 45-44 con l’ultima stoccata di Curatoli, sfiderà in finale la Corea del Sud che ha sconfitto in semifinale la Germania per 45-42.

 

  •   
  •  
  •  
  •