Formula 1, il Gp di Russia attraverso i Team radio

Pubblicato il autore: Mirko Madau

A pochi giorni dal Gp di Russia a Sochi ecco un modo alternativo di rivivere la gara giro per giro. Tutte le comunicazioni da e per i box durante i 52 giri. Una gara molto intensa ma che per molti piloti termina con largo anticipo come per Alonso e durante il primo giro ai due piloti Romain Grosjean e Jolyon Palmer rispettivamente Haas e Renault.

Ancora prima di partire Fernando Alonso ha problemi sulla sua Honda, il sospetto è che si tratti dell’ ERS: “Fernando, riprova ancora per tre volte”, “Già fatto, provate voi adesso”, “Ok, non toccare nessun bottone, ci riproviamo noi, default impostato a 0,5 ora”, “Niente da fare, mi dispiace”.
Intanto a Stoffel Vandoorne arriva comunicazione che: “Ok Stoffel, Fernando ha dei problemi e non parteciperà alla gara”. Alonso intanto continua a comunicare con i suoi per capire le intenzioni del team al riguardo: “Ok ditemi cosa si fa, dobbiamo ritirarci dalla gara?”, “Se puoi fai fare un giro al motore altrimenti rientra ai box”.

Con Alonso fuori dai giochi la gara parte ma già al primo giro Palmer e Grosjean; quest’ultimo dice subito che: “In pratica mi è venuto sopra, non capisco perché non stesse guardando”, “Ok, ricevuto”. Anche Palmer ha da lamentarsi però: “Ah, che stupido, sono fuori”, “Jolyon, non hai modo di continuare la gara?”. durante l’incidente entra in azione la safety car e Hamilton chiede aiuto per sapere le strategie da adottare dopo che la safety car si sarà ritirata: “Non c’è nulla che possa fare dopo il restart?”, “Lewis, hai tante opzioni da poter prendere in considerazione. Intanto Kvyiat chiede se le temperature delle gomme sono nella norma: “Daniil, tranquillo le gomme sono fredde ma è così per tutti gli altri”.

Leggi anche:  F1, Mekies: "Budget cap violato dalla Red Bull? Ci aspettiamo una gestione esemplare dalla Fia..."

Giro 1: Daniel Ricciardo comunica che: “Ragazzi, vedo delle fiamme uscire dal freno destro posteriore, tenetemi aggiornato”, “Ok Daniel rientra con calma, abbiamo un problema ai dischi dei freni, non rischiare troppo”, Ok Daniel box in questo giro facciamo un controllo, intanto prova a premere il pedale del freno”, “Tutto andato”, “Ok Daniel rientra in pit lane, hai perso pressione ai freni, gli daremo un’occhiata”, “Capito, in caso non riuscissi a fermarmi completamente tenetevi pronti ad aiutarmi”, “Ok, capito”.

Giro 7 : Verstappen al team: ” E’ normale che si muova così tanto?”, “Ricevuto Max ce ne occupiamo”. Hamilton intanto avverte che: ” Sento dei cali di potenza ogni tanto”, “Ricevuto Lewis, ci stiamo lavorando, non preoccuparti, non ti dovrebbe creare problemi per ora”.

Giro 10: Vettel chiede aggiornamenti sui tempi: “In quale settore perdiamo più distacco da Bottas?”, “Nel secondo settore Sebastian”. Nel frattempo Vandoorne e Magnussen ricevono una penalità per non aver rispettato le direttive del controllo gara: “Stoffel, abbiamo ricevuto 5 secondi di penalità”. Anche a Magnussen viene riferito lo stesso dal suo team ma ribatte che: “Non è corretto, ho passato la Williams ma dopo gli ho ridato la posizione”, “Ok non pensarci ora, la gara è lunga”, “Hai parlato con Charlie?”, “Sì, ci abbiamo già parlato”, “Non è giusto”.

Leggi anche:  F1, Mekies: "Budget cap violato dalla Red Bull? Ci aspettiamo una gestione esemplare dalla Fia..."

Giro 12: Hamilton riceve comunicazione che: “Lewis, siamo nei limiti del tempo prestabilito, fa’ quel che puoi”.

Giro 15: Hamilton riscontra un problema di surriscaldamento: ” Ragazzi, come mai ho un surriscaldamento? controllate i dati per favore”, “Lewis, pensiamo sia anche colpa della temperatura qua fuori”, “Ok, tenetemi aggiornato”.

Giro 18: Raikkonen riceve aggiornamenti su cosa sta succedendo appena dietro di lui: “Ok Kimi, Hamilton sta riducendo la distanza dietro di te, controlleremo il gap”.

Giro 27: Bottas rientra ai box e Vettel può approfittarne per guadagnare vantaggio: “Vettel, concentrati al massimo sulla gara, è una fase importante per noi, cerca di fare tutto il possibile”.

Giro 30: Raikkonen ha problemi al posteriore: ” Ragazzi il posteriore è andato”, “Ok Kimi, vuoi effettuare il pit stop ora? Abbiamo necessità di saperlo”, “Sì rientro ora”.

Giro 32: Hamilton si informa sulla situazione al rientro dai box: “Sono uscito molto dietro e di chi?”, “Il gap con Raikkonen è di 8 secondi”, “Come mai così tanto?”, “Penso che centri il fatto che ci sia molto traffico in pista”.

Leggi anche:  F1, Mekies: "Budget cap violato dalla Red Bull? Ci aspettiamo una gestione esemplare dalla Fia..."

Giro 33: Kimi si sbaglia sulla reale posizione di Bottas dopo la comunicazione del team: “Ok Kimi 9.5 dietro Bottas”, “Come mai hai detto dietro Bottas?”, “Kimi, sta dominando la gara”.

Giro 34: Vettel deve rientrare ai box: ” Sebastian, box, rientra ai box, macchina in modalità box”, “Seb, stai ancora fuori, di nuovo in modalità gara”. Bottas riceve comunicazione che: “E’ fondamentale per noi che tu riesca subito a passare Kvyiat al più presto possibile”. Intanto a Perez viene detto che : “Massa è rientrato ai box”, “Come mai?”, “Non lo sappiamo ma ha montato le ultra-soft ora”.

Giro 47: A Vettel viene comunicato che: “Stai procedendo bene nel secondo settore, devi mettere pressione a Bottas e vedrai che farà qualche errore”.

Giro 52: la gara termina con la vittoria di Bottas, Vettel e Raikkonen; Hamilton solo quarto: “Ahaaa, Grazie ragazzi, a tutto il team, ben fatto, dopo più di 80 gare”, “Bravo Vallteri, ottima pressione durante la gara, bel lavoro”. E’ il momento di parlare anche di Vettel, non pienamente soddisfatto: “Ok Seb, grande gara comunque, secondo posto, niente male”, “Grazie ragazzi, la macchina è andata bene, grazie e gran bel lavoro”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: