MotoGP, Bagnaia-Ducati Pramac: questo matrimonio s’ha da fare

Pubblicato il autore: Gabriele Tufano Segui

Bagnaia-Ducati Pramac
Francesco Bagnaia, meglio conosciuto nel paddock come “Pecco”, nel giorno del suo compleanno ha ricevuto un regolo inaspettato: è vicino l’accordo con il team Ducati Pramac in vista della stagione 2019. Il pilota della Vr46 academy, dunque, con molta probabilità potrà esordire nella classe regina già a partire dal 2019. Una notizia inaspettata? Non propriamente, perché Pecco, quest’anno esordiente nella classe Moto 2, è stato capace di chiudere il mondiale al 5° posto, conquistando il titolo di miglior Rookie della categoria grazie anche ai 4 podi ottenuti in stagione (due volte 2° e due volte 3°). Bagnaia poi, già nel 2016, in occasione dei consueti test di fine anno che si tengono a Valencia, aveva avuto la possibilità di provare la Ducati del team Aspar (per il quale correva in Moto 3) in quanto premiato per l’ottima stagione condotta in quell’anno (ottenne 2 vittorie in Olanda e in Malesia).

Quest’anno il team di Campinoti ha ingaggiato, al posto di Scott Redding, Jack Miller, pilota australiano finora vincitore di un gran premio in MotoGP, ad Assen nel 2016, che affiancherà il nostro Danilo Petrucci per la stagione 2018. Ecco, proprio Petrucci potrebbe essere l’indiziato a lasciare il team Ducati Pramac nel 2019 per fare spazio a Bagnaia, in quanto il pilota umbro, legato alla Ducati fino al 2018 con un’opzione per il 2019, rimarrebbe nel team di Borgo Panigale solo nel caso in cui gli venisse garantito un posto sulla moto ufficiale. E qui sorgerebbero ulteriori problematiche legate al rinnovo di contratto di Andrea Dovizioso (sarebbe lui a lasciare spazio a Petrucci) il quale, nonostante la Ducati voglia confermarlo per i prossimi due anni insieme a Lorenzo, fatica a trovare un accordo economico con il team dal momento che il forlivese richiede un adeguamento di contratto particolarmente elevato che possa allinearsi all’ingaggio attualmente percepito da Jorge Lorenzo (considerando anche l’ottima stagione condotta che lo ha visto lottare per il titolo fino all’ultima gara). Dunque nel caso in cui la Ducati dovesse soddisfare le richieste di Dovizioso (difficile), Petrucci lascerebbe il team di Borgo Panigale, per trasferirsi o in Aprilia o in Ktm, lasciando spazio in Pramac all’esordiente Pecco Bagnaia. Che intrecci di mercato! Vedremo come andrà a finire.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: