Superbike GP Australia: Melandri vince ancora!

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui


Marco Melandri vince anche gara 2 del Mondiale Superbike in Australia, sulla pista di Phillip Island. Il pilota ravennate della Ducati Aruba ha preceduto la Kawasaki del campione del mondo Jonathan Rea e l’altra Ducati, quella privata del team Barni, dello spagnolo Xavi Fores. Al quarto posto l’altra Kawasaki di Tom Sykes, mentre è stato costretto al ritiro l’altro pilota ufficiale Ducati, l’inglese Chaz Davies, vittima di una caduta. Gara  sicuramente molto più avvincente ed emozionante rispetto a quella di ieri, caratterizzata anche dal pit stop obbligatorio imposto dalla direzione gara a tutti i piloti a causa dell’usura eccessiva delle gomme posteriori riscontrata nei giorni scorsi, all’insegna dell’equilibrio e dell’incertezza fino agli ultimi metri.

LA GARA– Alla partenza è l’Aprilia Milawaukee di Eugene Laverty a prendere il comando. Il pilota irlandese si lancia in un tentativo di fuga solitaria che lo porta ad esagerare: già al 3° giro l’alfiere della Casa di Noale esce di scena per una caduta. I primi giri sono all’insegna di un grande spettacolo con ben 9 piloti che procedono in maniera compatta, scambiandosi più volte la posizione (Davies, Fores, Rea, Melandri, Van Der Mark, Camier, Sykes , Lowes e Razgatlioglu). Si procede in questa situazione di grande equilibrio fino al 10° giro, quando i piloti cominciano le soste ai box per sostituire gli pneumatici come deciso nella giornata di ieri: i primi a rientrare sono Fores, Rea, Van Der Mark e Razgatliogu, seguiti alla tornata successiva da tutti gli altri protagonisti. La sosta non porta grandi stravolgimenti in classifica, visto che si riforma il plotone compatto dei primi giri: solo il turco Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti) al rientro dal pit stop perde terreno, a causa di un set di pneumatici non molto performante.
Davies si trova al comando e cerca di scrollarsi di dosso gli avversari, ma questo tentativo di fuga non paga gli effetti sperati: al 12° giro, il pilota inglese della Ducati Aruba esce di scena a causa di una scivolata, probabilmente per aver chiesto troppo alle sue gomme non ancora in temperatura. La lotta per la vittoria si restringe be presto a 4 protagonisti: Fores, Rea, Melandri e Sykes. Non ce la fanno a tenere il passo le Yamaha di Lowes e Van Der Mark e la Honda di Camier, che resteranno a lottare tra loro per il 5° posto. Fores guida il quartetto fino a tre giri dal termine, quando viene passato prima da Rea e poi da Melandri, mentre negli ultimi passaggi anche Sykes  perde terreno ed è costretto a rassegnarsi alla quarta posizione finale. Il nordirlandese prova l’allungo a tre giri dal termine, ma Melandri riesce a riaggangiarlo proprio nell’ultimo giro e a batterlo in volata per una questione di millesimi! Il ravennate precede il rivale della Kawasaki e Fores, autore di una gara straordinaria con una moto privata.

CLASSIFICA GARA 2 PHILLIP ISLAND – 1. M.Melandri (ITA-Ducati); 2. J.Rea (GB-Kawasaki) +0.021; 3. X.Fores (SPA-Ducati) +0.304; 4. T.Sykes 8GB-Kawasaki) + +1.488; 5. A.Lowes (GB-Yamaha) +2.474; 6. L.Camier (GB-Honda) +2.745; 7. M.Van Der Mark (OLA-Yamaha) +3.098; 8. J.Torres (SPA-MV Agusta) +14.301; 9. L.Baz (FRA-BMW) +14.361; 10. T.Razgatlioglu (TUR-Kawasaki) +19.785. Giro più veloce: M.Melandri (ITA-Ducati) 1’30”848.

IN TV – Sarà possibile rivedere gara 2 a Phillip Island in replica su Italia 1 a partire dalle 14.

CLASSIFICA CAMPIONATO PILOTI – 1. M.Melandri 50 punti; 2. T.Sykes 33; 3. J.Rea 31; 4. X.Fores 29; 5. A.Lowes 21;  6. L.Camier 19; 7. C. Davies e M. Van Der Mark 16; 9. L. Baz 12;  10. L.Mercado 10.

CLASSIFICA CAMPIONATO COSTRUTTORI – 1. Ducati 50 punti; 2. Kawasaki 40; 3. Yamaha 21; 4. Honda 19; 5. BMW 12; 6. Aprilia 9; 7. MV Agusta 8.

PROSSIMO APPUNTAMENTO – Thailandia (Buriram), 23-25 marzo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: