Supersport GP Australia: successo di Mahias

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui


Il francese Lucas Mahias si è aggiudicato il primo appuntamento del Mondiale Supersport a Phillip Island, in Australia. Il portacolori della Yamaha GRT, campione del mondo in carica e grande favorito per il titolo, ha preceduto le altre due Yamaha dello svizzero Randy Krummenacher (team BARDAHL) e del tedesco Sandro Cortese (team Kallio), ex campione Moto3, al suo esordio nella categoria. Tra italiani nella top 10: Federico Caricasulo (compagno di squadra di Mahias), 4°, Raffaele de Rosa (MV Agusta), 6°, e il suo vicino di box Ayrton Badovini, 9°. Solo 13° l’altro annunciato protagonista del Mondiale, il turco Kenan Sofuoglu (Kawasaki Puccetti), penalizzato da problemi tecnici nel finale di gara.

LA GARA – Alla partenza Mahias, sfrutta al meglio la sua pole e prende il comando della gara, precedendo Sofuoglu e Caricasulo. Il francese riesce subito ad allungare, favorito anche dal duello tra il turco e l’italiano, che si scambiano più volte la posizione nel corso dei primi giri, favorendo il rientro su di loro di Krummenacher, Cluzel (Yamaha NRT) e Stapleford (Trimuph). Tutto inutile però: al 3° giro un incidente tra la Honda racedays dell’ estone Soomer e la Kawasaki GoEleven del nostro Michael Canducci costringe la direzione gara a esporre la bandiera rossa, per permettere i soccorsi al pilota romagnolo, rimasto a terra al contrario del rivale rialzatosi subito. Canducci viene comunque presto dichiarato cosciente e in condizioni buone.
Essendo la sospensione avvenuta nei primi 3 giri di gara si riparte come sa la gara non fosse mai iniziata, con i piloti che si schierano nelle loro posizioni originarie in griglia, e non con quelle detenute al momento dell’interruzione. La distanza viene accorciata a 9 giri, provvedimento che toglie l’obbligatorietà del rientro ai box per la sositituzione degli penumatici come comunicato nella giornata di ieri. La nuova distanza è considerata sufficiente per percorrere tutta la gara con gli stessi pneumatici.
Alla ripartenza è di nuovo Mahias ad andare al comando e ad allungare, seguito sempre da Sofuoglu e Caricasulo. Dalle retrovie riermerge però ben presto Krummenacher, che approfitta prima di un lungo del turco al 2° giro e al 3° passa anche l’italiano. I due cominciano a lottare per il 2°posto mentre Sofuoglu è costretto a cedere posizioni e a rallentare per problemi tecnici sulla sua Kawasaki. Negli ultimi giri nella lotta per il podio entra anche il tedesco Sandro Cortese, che approfitta della lotta tra Krummenacher e Caricasulo per avvicinarsi, mentre Mahias prosegue indisturbato al comando. Proprio all’ultima tornata, mentre il campione del Mondo in carica, passa per primo sotto la bandiera a scacchi vincendo una gara dominata fin dalle prime battute, lo svizzero riesce ad allungare leggermente mettendo al sicuro il 2° posto, mentre l’italiano viene beffato in volata proprio  dal tedesco, che gli soffia l’ultimo gradino del podio per pochi millesimi!

RISULTATI SUPERSPORT PHILLIP ISLAND – 1. L.Mahias (FRA-Yamaha); 2. R.Krummenacher (SVI-Yamaha) +1.274; 3. S.Cortese (GER-Yamaha) +1.517; 4. F.Caricasulo (ITA-Yamaha) +1.556; 5. L.Stapleford (GB-Triumph) +4.270; 6. R.De Rosa (ITA-MV Agusta) +6.696; 7. J.Cluzel (FRA-Yamaha) +14.403; 8. K.Smith (GB-Honda) +14.476; 9. A.Badovini (ITA-MV Agusta) +14.926; 10. T.Gradinger (AUT-Yamaha) +15.124. Giro più veloce: S.Cortese (GER-Yamaha) 1’33”072

CLASSIFICA CAMPIONATO PILOTI – 1. L.Mahias 25 punti; 2. R.Krummenacher 20;  3. S.Cortese 16; 4. F.Caricasulo 13; 5. L.Stapleford 11; 6. R.De Rosa 10; 7. J.Cluzel 9; 8. K.Smith 8; 9. A.Badovini 7; 10. T.Gradinger 6.

CLASSIFICA CAMPIONATO COSTRUTTORI – 1. Yamaha 25 punti; 2. Triumph 11; 3. MV Agusta 10; 4. Honda 8; 5. Kawasaki 3.

PROSSIMO APPUNTAMENTO –  Thailandia (Buriram) ,23-25 marzo.

  •   
  •  
  •  
  •