MotoGP Qatar: le dichiarazioni dei piloti alla vigilia del week-end di apertura della stagione

Pubblicato il autore: Matteo Cartolano Segui


Riparte il circus della MotoGp con il primo appuntamento stagionale in Qatar, sulla pista di Losail. Una stagione che si preannuncia avvincente e molto combattuta, dopo l’appassionante duello per il titolo 2017 tra la Honda Marc Marquez e la Ducati di Andrea Dovizioso. La lotta per la corona iridata non sarà scuramente ristretta solo a loro due. Sono chiamati al riscatto dopo un 2017 molto difficile Jorge Lorenzo, compagno di squadra del forlivese, e le Yamaha di Maverick Vinales e Valentino Rossi, apparse però in ritardo nei test prestagionali, dove sono state sonoramente battute dal compagno di marca Johann Zarco, pilota privato del team Tech 3.

Nella conferenza stampa che ha aperto il week-end qatariota sono intervenuti i due duellanti del 2017, i tre piloti Yamaha e Andrea Iannone, pilota Suzuki. I temi affrontati sono stati diversi, a partire dai rinnovi biennali di Marquez e Rossi (che legheranno i due rispettivamente a Honda e Yamaha fino al 2020), ai pronostici per la stagione e alla regola che impone di utilizzare le stesse specifiche di gomme per l’intero campionato su ogni tipo di pista.

Marc Marquez (Honda Repsol) ha spiegato che non è stata così scontata la sua decisione di restare con la Casa giapponese:”Sono felice di ricominciare dopo un inverno molto lungo. Il mio futuro è stato già deciso, ma non è stato semplice, ho voluto aspettare metà dei test per vedere come stavamo iniziando  e come si comportava la moto. Sono felice di continuare con Honda, per me è come una famiglia, e ora che ho sistemato il mio futuro posso concentrarmi solo sulla pista. Durante i test ci siamo concentrati molto sul motore, dal momento che avremo un unico tipo di propulsore per tutta la stagione, ma anche sul telaio e sull’elettronica e pensiamo di poter essere competitivi su ogni tipo di pista, anche in quelle dove abbiamo faticato lo scorso anno.” Il campione del mondo in carica non vuole sbilanciarsi in pronostici per l’esito di questa stagione:”Impossibile dire un favorito, l’anno scorso tra di essi non avevo indicato Andrea (Dovizioso, ndr) e invece è stato il mio principale rivale, non voglio nominare un pilota in particolare ma preferisco concentrarmi su me stesso.” Lo spagnolo ha speso parole di ammirazione verso Rossi per la decisione di continuare a correre per almeno altri due anni, dato che il contratto appena firmato porterà il Dottore in pista fino a 41 anni di età:”E’ impressionante il modo in cui Valentino trova sempre le motivazioni, dal momento che la MotoGp richiede un impegno costante al massimo livello. Mi congratulo con lui e sono contento di correre contro una leggenda per altri 3 anni, compreso questo che sta cominciando. Sicuramente avrò modo di imparare ancora qualcosa da lui.” Allo stesso tempo, il pilota di Cervera spera in nuove appassionanti battaglie con Dovizioso, come quelle già viste nel 2017 a Spielberg e a Motegi:”Spero di lottare con Dovi a ogni gara, il rapporto con lui è buono, ma anche se non sempre ci siamo trovati d’accordo su quanto è successo in pista quando abbiamo lottato al massimo, è sempre un piacere per me discuterne con lui e confrontarsi insieme.” Più critico lo spagnolo a proposito della decisione della Michelin di fornire la stessa specifica di gomme ai team su ogni tipo di pista:”Ci sono delle nuove gomme che non sappiamo se saranno adatte in alcune piste, e non sono d’accordo con questa regola. Penso ci vorrebbe una maggiore flessibilità su questo punto, ma con le mescole che abbiamo quest’anno, abbiamo avuto già modo di vedere nei test  che su alcune piste funzionavano e su altre no. Non potendo lavorarci non sappiamo se funzioneranno in tutti i circuiti.”

Leggi anche:  Enea Bastianini è Campione del Mondo Moto 2!

Andrea Dovizioso (Ducati Team) si è mostrato fiducioso in vista dell’avvio del campionato:”Sicuramente l’inverno è stato molto positivo, dopo la meravigliosa passata stagione. Mi aspetto di essere ancora più competitivo quest’anno, Ducati ha lavorato molto bene durante l’inverno. Abbiamo provato molto materiale e abbiamo avuto riscontri positivi, ma vediamo come andremo qui, dove potremo finalmente capire quale sarà il nostro livello.” Riguardo ai pronostici che vogliono la Rossa di Borgo Panigale come grande favorita per il titolo in questo campionato, il forlivese non si nasconde:”In passato,abbiamo avuto delle stagioni difficili, dove potevamo  puntare solo alle singole gare. Quest’anno sento di avere le carte in regola per poter vincere. Non posso dare certezze in proposito, ma l’approccio è sicuramente migliore rispetto all’anno scorso. Siamo tutti molto vicini, siamo almeno in 6 a poter lottare per il titolo fino a metà stagione, e potrà accadere di tutto. Negli ultimi 3 anni ha vinto sempre Marc, ma credo che la lotta sia del tutto aperta.” Dovizioso non ha espresso particolare stupore riguardo al rinnovo di Rossi di continuare la sua avventura in MotoGp per altri due anni:”Non sono sorpreso, se conosci Valentino non puoi esserlo. Già lo immaginavo ancora prima dell’annuncio, perchè lui è ancora molto veloce e non si fermerà mai fino a quando continuerà ad esserlo.” Riguardo ai confronti con Marquez, il pilota Ducati afferma:”Credo sia difficile ma bello lottare a questi livelli, e cercare di non litigare per quello che succede in pista. Io cerco sempre di avere questo rapporto con ogni pilota, non solo con Marc.” Sicuramente il forlivese non è d’accordo con il rivale della Honda sulla questione delle specifiche delle gomme:”Da un lato ci vuole fortuna, perchè la gomma che hai deve adattarsi alla moto e al tuo stile di guida, ma penso che questa regola sia positiva dal momento che abbiamo maggiori possibilità di lavorare sulla moto. Durante i week-end di gara per ognuno di noi  sarà interessante capire se la mescola si adatterà alla propria moto.”

Malgrado dei test invernali non sempre esaltanti, è apparso molto carico Maverick Vinales (Yamaha Movistar):”Non vedo l’ora di poter iniziare la stagione. Anche se l’assetto ci ha dato problemi durante l’inverno, abbiamo potuto provare costantemente in assetto da gara. Sono sicuro che potremo fare bene. Dovremo migliorare, ma bisogna farlo in ogni stagione, in maniera costante, gara dopo gara, e sono sicuro che riusciremo a farlo nel corso dell’anno, quindi…. cominciamo!”. Lo spagnolo preferisce non sbilanciarsi sui pronostici per questa stagione:”E’ difficile dirlo alla prima gara, tutti noi seduti qui in conferenza stampa più almeno altri tre piloti possono ambire al titolo, dal momento che siamo tutti molto vicini. Io credo che inizialmente i  piloti privati siano in lotta per il titolo quanto noi ufficiali, già l’anno scorso abbiamo visto che erano spesso molto veloci.” Vinales ha espresso soddisfazione per il rinnovo di contratto di Valentino Rossi:”Quando ho firmato con Yamaha speravo che Valentino continuasse il più a lungo possibile, perchè avrebbe significato che il livello di competività all’interno del box sarebbe stato molto elevato per molti anni. Con lui come compagno di squadra chiedi più a te stesso e al team, ma sicuramente la moto può solo migliorare con le sue indicazioni.”

Leggi anche:  Enea Bastianini è Campione del Mondo Moto 2!

Ed eccolo Valentino Rossi, che ha dovuto naturalmente rispondere a molte domande sul suo rinnovo biennale:”Si, sono felice perchè due anni fa quando ho firmato il prececdente contratto ho pensato che potesse essere veramente l’ultimo. Ma in testa ho sempre avuto l’obiettivo di continuare, sicuramente la sfida è molto difficile perchè restare competitivi è complicato e bisogna sempre trovare le giuste motivazioni per farlo. L’anno scorso, parlando con Yamaha ho detto che avrei preso una decisione durante i test invernali, per vedere come mi sarei comportato. In alcune giornate abbiamo sofferto, ma mi piace la moto e mi sento ancora veloce, quindi non ho potuto decidere diversamente. Per il futuro mi comporterò alla stessa maniera: valuterò il mio rendimento e deciderò se continuare o meno dopo questo contratto.Ho rinnovato perchè mi diverto ancora, mi piace questa vita anche se è un po impegnativa. Ma mi piace ancora allenarmi, cercare di essere al massimo e per me è stato importante capire di avere il sostegno della Yamaha per decidere di continuare ancora. Non ho opzioni, il mio è un contratto di due anni secchi, fino al 2020. Se guardo la storia del motorsport, vedo piloti come Schumacher, Biaggi e Bayliss che hanno deciso di fermarsi all’apice della carriera. Col senno di poi non sono così convinto che erano veramente sicuri di farlo, dal momento che sono tutti tornati in pista. Ho preso questa decisione anche per non avere rimpianti in futuro, ed essere effettivamente io a decidere quando dire basta, altrimenti avrei dovuto fermarmi già 7-8 anni fa. Con Yamaha abbiamo anche pensato di firmare un contratto di un anno con opzione per quello successivo, ma ormai tutti gli accordi hanno durata biennale e dovevo mettermi in linea con gli altri top rider. Sono convinto di poter mantenere il mio livello di rendimento anche a 40 anni, fisicamente sto bene e le mie motivazioni sono sempre le stesse. Non credo che l’età sia un handicap, penso che la situazione si equilibri: quando sei più giovane magari sei più spericolato, rischi di più ma con l’esperienza impari a valutare meglio le situazioni in pista“. Il pesarese prevede un grande equilibrio in pista al via di questo campionato:”Penso che questa  stagione sia la più equilibrata della storia, se guardo ai passi tenuti da noi in conferenza stampa nei test in Qatar, più Rins, Pedrosa, Crutchlow e anche Petrucci penso che possiamo giocarcela in 9. Normale che gara dopo gara la rosa si restringa, ma penso che all’inizio ci siano molti piloti che possano perlomeno di pensare di vincere la prima gara. E’ molto importante il pacchetto complessivo per pensare di vincere, in alcune piste e in condizioni particolari soffriamo ancora un po, e dobbiamo sviluppare tutto molto bene per poter ambire ai vertici della classifica“. Riguardo alle specifiche standard degli pneumatici Michelin, il Dottore non si è detto contrariato:”E’ una situazione simile a quella che c’era ai tempi della Bridgestone, che non aveva portato alcuno sviluppo nelle ultime 4-5 stagioni di fornitura. Dal mio punto di vista è una decisione positiva penso che le gomme  abbiano raggiunto un buon livello e penso possa essere giusto avere lo stesso tipo di gomma per tutta la stagione.”

Johann Zarco (Yamaha Tech 3), vera rivelazione della passata stagione, già durante i test invernali ha dimostrato di poter ampiamente dire la sua anche quest’anno:”Sicuramente non potevo aspettarmi di essere in questa posizione 12 mesi fa, ma il modo in cui ho concluso la stagione è stato molto positivo perchè ho avuto modo di vedere che potevo confrontarmi con i piloti migliori del mondo. In inverno i test hanno soddisfatto me e il team e questo non può che essere uno stimolo per tentare di ripetermi già da questo week end.” Il francese ha glissato sulle domande riguardanti il suo futuro e quello del suo team, dopo la decisione di Tech 3 di abbandonare a fine anno la Yamaha per diventare team satellite KTM:”Non cambierà in alcun modo i piani per quest’anno, siamo concentrati sulla Yamaha, quindi, anche se non so dove sarò l’anno prossimo, devo solo pensare a far bene con una moto con cui mi trovo alla grande”. Riguardo ai pronostici per la stagione, Zarco vede favorito ancora  Marquez:”Ci saranno tanti piloti in lotta, ma Marc secondo me sarà sempre il punto di riferimento. L’obiettivo dovrà essere quello di batterlo, tenendo conto che nelle stagioni scorse è stato sempre il più costante.” A proposito del rinnovo di Rossi, il pilota Tech 3 ha speso parole di ringraziamento verso il 9 volte  Campione del Mondo:”A Valentino dobbiamo solo dire grazie perchè, continuando a correre, realizza il sogno di tutti noi piloti emergenti di confrontarci con lui.” Molti lo indicano come favorito per il titolo, ma il francese si mantiene realista:”Difficile dire se posso vincere il campionato, non posso saperlo adesso. L’anno scorso ho terminato 6°, quindi il primo obiettivo e’ di essere tra i primi 5 in classifica. Se poi vedrò che durante l’anno sarò competitivo, potrò pensare di lottare per le prime 3 posizioni ma un conto è dirlo e un’altra è farlo. Cercherò di sfruttare l’esperienza in Moto2 per essere competitivo in ogni gara e se riuscirò a lavorare bene penso di potermi inserire tra i primi in classifica.

Andrea Iannone (Suzuki Ecstar)  è chiamato a riscattare una passata stagione molto difficile. Il pilota di Vasto si è dichiarato più sollevato dopo i test invernali:”La prima parte del 2017 è stata molto complicata ma alla fine abbiamo recuperato parte del gap ed eravamo più vicini ai vertici. Abbiamo ricominciato a lavorare sodo per il futuro nei test invernali, siamo riusciti a effettuare un lavoro migliore e la moto ha una base più competitiva. Abbiamo cercato di fare di tutto per migliorare la moto e credo che sopratutto qui a Losail il feeling che ho è molto positivo. Credo che comunque siamo tutti molto vicini, il livello in MotoGP si è alzato ulteriormente e proveremo a fare del nostro meglio.” L’abruzzese si è spesso reso protagonista in passato di grandi gare in Qatar, pista che sicuramente gli piace molto, ma assicura di poter essere competitivo su tutti itracciati quest’anno:”Quando il feeling con la moto è buono, sono sempre veloce. Losail è una pista che mi piace, ma penso in condizioni ideali di poter essere competitivo in qualsiasi circuito.” Anche Iannone vede una lotta per il titolo inizialmente molto incerta:”Molti piloti hanno buone possibilità, vedremo gara dopo gara cosa succederà. Sicuramente tutti gli ufficiali e anche alcuni piloti privati come Petrucci e Zarco sono molti veloci e potranno lottare per il titolo.”

Leggi anche:  Enea Bastianini è Campione del Mondo Moto 2!

La parola ora passa alla pista. Domani avremo i primi responsi ufficiali del 2018: alle 12:45 ora italiana si svolgerà la FP1, mentre nel pomeriggio, quando da noi saranno le 17:05 ci saranno le FP2. Entrambe le sessioni saranno visibili in diretta su Sky Sport 2Sky Sport MotoGP.

  •   
  •  
  •  
  •