F1 GP Russia, per Vettel rimonta impossibile su Hamilton ?. Ecco perché Seb deve crederci

Pubblicato il autore: Francesco Fiori Segui

Sei finali, sei battaglie in cui giocarsi il tutto per tutto. Sebastian Vettel deve rincorrere un’impresa fantasmagorica, vincere tutte le gare che restano e vincere, matematica alla mano e con Hamilton sempre secondo, il titolo con due punti di vantaggio.

Sebastian Vettel – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

L’impresa, titanica, appare come una tappa pirenaica di ciclismo. Difficile, ma non impossibile, con la rincorsa di Vettel che inizia dal circuito di Sochi, dove nelle sole quattro edizioni ha sempre trionfato la Mercedes, con Hamilton a gioire due volte, oltre a Rosberg e Bottas lo scorso anno.

La Ferrari si presenta con tante novità in terra russa, dopo l’illusione dell’evoluzione del V6 di Spa con sorpasso di potenza al Radillon su Hamilton e sogni congelati con le sconfitte di Monza e Singapore.

La Rossa a Sochi avrà una nuova ala anteriore rifatta nei flap come nel profilo principale, un nuovo deviatore di flusso all’altezza della sospensione anteriore e un diffusore di nuova concezione, il tutto per consentire a Seb di partire all’attacco da qui a fine campionato.

Tra Vettel ed Hamilton differenza nella scelta delle gomme, con 9 treni di hypersoft per il tedesco e 7 per l’inglese, 3 ultrasoft (Hamilton 4) e 1 sola soft che difficilmente utilizzerà.

281-241 è il distacco tra Hamilton e Vettel, con Seb che ha il rammarico di aver percorso più giri in testa rispetto al rivale, 341 a 299, con una Ferrari che dovrà giocoforza sperare in Kimi Raikkonen, unico potenzialmente in grado di inserirsi tra le Mercedes, con le due Red Bull che partiranno dal fondo dello schieramento a causa della sostituzione di entrambe le power unit per giocarsi il tutto per tutto in Messico.

  • Quando sei lì alla frutta che non ce la fai più, è lì che esce la tigre! cit. Aldo Rock
  •   
  •  
  •  
  •