Formula 1, Verstappen: “Io in Ferrari con Leclerc? Non succederà mai”

Pubblicato il autore: Francesca Manes Segui


Formula 1, Verstappen.
Nonostante il campionato sia finito da un po’ di tempo, continuano le polemiche tra alcuni dei più esposti protagonisti del circus di Formula 1. Nel caso specifico, sembra che la tensione tra il pilota Red Bull, Max Verstappen, e la Scuderia Ferrari sia ben lungi dall’essere smorzata. Al contrario, si può affermare che è in atto una vera e propria partita di ping pong tra le due parti, dato il continuo rimbalzo di dichiarazioni. All’apparenza, le singole affermazioni sembrano oscillare tra il desiderio di provocare l’avversario e quello di dimostrare la completa indifferenza nei suoi confronti. In entrambi i casi il risultato è lo stesso. Infatti, se l’effetto desiderato era sminuire le parole dell’altro e chiudere la questione, sembra che questa abbia finito per acquisire maggiore risalto.

Formula 1, Verstappen – Ferrari: cosa è successo.

La storia di questa “discussione”, come ogni storia che si rispetti, ha un origine ben precisa. Al termine del gran premio di Austin, Max Verstappen commentando i posizionamenti dei due piloti Ferrari (Vettel ritirato e Leclerc quarto) dichiarò asciutto alla tv olandese: “Prestazioni Ferrari? Questo è quello che succede quando smetti di barare“. Le sue parole facevano riferimento alla famosa vicenda dei flussometri che aveva gettato sospetti sulla Ferrari. Vista la top speed delle monoposto di Maranello, di poco, ma comunque più elevata delle vetture degli altri team, iniziarono a circolare voci che mettevano in discussione la legalità dei flussometri della Rossa. L’accusa sosteneva che la Ferrari avesse adottato qualche scappatoia per incrementare il flusso di benzina previsto dal regolamento. Richieste di chiarimenti non ufficiali erano così giunte alla FIA. Così, il giorno precedente al gp, la Federazione decise di rispondere emanando una direttiva tecnica, la 35.19, nella quale dichiarava l’illegalità di ogni eventuale aumento del flusso di carburante. Dai controlli, però, la Ferrari è sempre risultata conforme alla norma.

Formula 1, Verstappen. Camilleri:”Uno che dice che la Ferrari bara, non può aspettarsi di finire alla Ferrari”.

Di fronte alle pesanti insinuazioni di Verstappen, la Ferrari per un po’ di tempo non ha mostrato reazioni di alcun tipo, a livello mediatico. Poi, lo scorso 11 dicembre, alla tradizionale cena di Natale del Cavallino, l’AD Louis Camilleri ci ha tenuto a spendere qualche parola sulla vicenda.
Qui, in Ferrari, non c’è posto per chi dice cose simili. Il silenzio a volte è l’arma più forte. Per certe cose è bene mostrarsi arrabbiati nelle sedi opportune e non in pubblico. Siamo la Ferrari. Perché dare visibilità a un ragazzo di 22 anni?
Poi, ha commentato la vicenda dei flussometri dicendo: “Gli ispettori sono venuti a Maranello, ma è tutto regolare“.

Formula 1, Verstappen: “Io in Ferrari con Leclerc? Non succederà mai”.

La reazione dell’olandese della Red Bull non si è fatta attendere molto. Intervistato dall’olandese Ziggo Sport, parlando in generale, Verstappen sembra aver dato una risposta, seppur indiretta, alle dichiarazioni di Camilleri.

Ho un buon rapporto con Leclerc, è un rivale duro, ma fa parte del gioco. Lui non ha influenza sul fatto che io possa avere un posto in Ferrari. Non credo che succederà: non dovresti mai aver due potenziali numeri uno accanto. 

In sintesi, è lo stesso Verstappen a vedere come lontanissima la possibilità di un suo ingaggio da parte della Ferrari. Chissà chi tra le due parti farà la prossima mossa e quando questo accadrà.

  •   
  •  
  •  
  •