Valentino Rossi: “Vale la pena continuare se vai forte”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


La MotoGp inizia a scaldare i motori, con la stagione, secondo gli obiettivi di Dorna, che dovrebbe partire il 19 luglio a Jerez con il Gp di Spagna, per poi riprendere la settimana successiva sempre sullo stesso tracciato, ma con l’inedito Gp di Andalusia. Il tutto comprenderebbe un massimo di 12 gare, contro le 20 previste per un classico Motomondiale.

Mondialo anomalo – Sarà quindi un mondiale anomalo, quello in MotoGp, che si presta ad essere anche il numero 25 per Valentino Rossi, anche per vedere il via ci vorranno ancora un paio di mesi, colpa del Covid-19. Il pilota pesarese classe ’79 è stato intervistato da Repubblica, dove ha espresso il suo parere sulla situazione della MotoGp: “Sarà un campionato a metà, con una decina di gare appena. Però è sempre meglio che non correre per niente. Sarà un’esperienza molto, molto particolare. Che stranezza tornare così…il fine settimana sarà un’altra cosa. Niente pubblico, ma ci pensate? Tutto diverso…Dovremo essere molto prudenti, non perdere mai l’attenzione fuori pista e rispettare le regole: indossare la mascherina e i guanti anche se stiamo nel paddock, mantenendo le distanze“.

L’esperienza della quarantena – Questi sono stati mesi pesanti e Valentino Rossi, durante la sua intervista ha parlato di come ha passato questa quarantena forzata senza correre: “È stata dura per tutti, ma per qualcuno molto di più. Ora però dobbiamo continuare a lottare. Comportandoci bene e rispettando le regole. In particolare adesso che si allentano le restrizioni, ci vuole maggiore attenzione. Perché questa brutta storia deve finire il prima possibile. Nel frattempo speriamo che il virus non torni ad incazzarsi…” afferma il pilota Yamaha.

Il futuro – Infine parole sul suo futuro, che lo vedrà a fine stagione separarsi dalla Yamaha: “Scade il mio contratto con la Yamaha, che per il 2021 ha scommesso su Vinales e Quartararo. Un po’ me l’aspettavo, non è stata una sorpresa. Ma il mio rapporto con Yamaha va al di là di questo: ci siamo dati tanto a vicenda e mi fa piacere che siano pronti a darmi una moto ufficiale (con il Team Petronas ndr.). Quando lascerò, la MotoGp mi mancherà tantissimo: ho sempre fatto il pilota. Però vale la pena continuare solo se vai forte. Devo fare risultato e salire sul podio” conclude Valentino Rossi.

  •   
  •  
  •  
  •