F1 Gp Austria | Le parole dei piloti Ferrari dopo la difficile qualifica

Pubblicato il autore: Francesca Manes Segui

F1 Gp Austria. Mentre la Mercedes ha firmato la prima pole position stagionale, la Ferrari si trova a dover elaborare un brutto inizio. A Spielberg  il bilancio non è positivo e a pesare non sono tanto il settimo posto di Charles Leclerc o l’undicesimo di Sebastian Vettel quanto il pesantissimo gap tra la Ferrari e gli altri team. La prima delle due Ferrari, quella di Leclerc, si è classificata a quasi un secondo dal poleman Vatteri Bottas. Le Rosse non sono solo dietro alle Mercedes, ma anche dietro alla Red Bull di Max Verstappen, alla Mclaren di un brillante Lando Norris, all’altra Red Bull di Alexander Albon e alla sorprendente Racing Point di Sergio Perez.  Che la Scuderia di Maranello non avesse delle monoposto molto competitive era noto, ma nessuno si aspettava un risultato così pesante. Una vettura che non ha mostrato di avere velocità di punta e che sembra aver fatto un passo indietro rispetto allo scorso anno.

F1 Gp Austria | Vettel: “Domani giocheremo le nostre carte”.


Il primo a commentare il deludente esito della qualifica è stato Sebastian Vettel. Il ferrarista non è riuscito a classificarsi in Q3 e domani partirà undicesimo. Il pilota tedesco ha provato a cercare il limite con la sua SF1000 per entrare nella top 10, commettendo anche una piccola sbavatura nel suo tentativo finale, ma non è servito. Queste le parole di Vettel ai microfoni di Sky Sport F1:

Leggi anche:  Sky o TV8? Dove vedere F1 Gp Francia 2021: streaming e diretta tv

Pensavamo di avere qualcosa di più in tasca. Non sono stato contento della macchina, ho trovato troppo sovrasterzo all’inizio di curva. Credo che in configurazione da gara la macchina sarà un pochino meglio… Domani è una partita diversa, la gara sarà lunga e saremo lì per giocarci le nostre carte.

Charles Leclerc: “Non dobbiamo demoralizzarci adesso”


Anche Leclerc non ha nascosto le difficoltà incontrate oggi e si è mostrato molto realista in previsione della gara di domani. E’ chiaro che la Ferrari non potrà competere ancora con Mercedes, ma non bisogna già gettare la spugna. 
Ecco le parole del monegasco ai microfoni Sky:

Purtroppo per adesso è così, bisogna lavorare, costruire una macchina migliore per il futuro e non demoralizzarci adesso. Sicuramente, oggi, non abbiamo ottenuto il risultato che speravamo, non siamo assolutamente dove volevamo essere, ma dobbiamo continuare a lavorare in gruppo e continuare a provare anche i piccoli dettagli che fanno la differenza. La gara sarà domani, è domani che dovremo fare i punti. Impossibile fare miracoli… direi che non ce ne saranno, ma proveremo a fare il massimo e lavoreremo al meglio per le prossime gare.
La chance per piazzarci più in alto domani rispetto ai risultati di oggi c’è. Ma non possiamo ancora lottare con le Mercedes. Domani daremo tutto come piloti e come squadra e proveremo ad andare un po’ più su in classifica.

La Ferrari promette una vettura rivoluzionata dagli aggiornamenti per il gran premio d’Ungheria, ma sarà davvero difficile ribaltare una situazione che si presenta già tanto complessa.

  •   
  •  
  •  
  •