MotoGp, Valentino Rossi c’è: ‘Non ho ancora firmato con Petronas, ma al 99% continuo’

Pubblicato il autore: Fosco Taccini

Sono trascorse appena 24 ore dalle prime due sessioni di test a Jerez e i top riders del Motomondiale e i rispettivi team stanno lavorando alacremente per questo week end di gara. Ieri, 15 luglio, al termine delle prove Valentino Rossi ha fatto il punto sul suo futuro prossimo e sulle sessioni si prove appena concluse.

MotoGp, Valentino Rossi e team Petronas: ‘Non ho ancora firmato, ma al 99% continuo’

Il campionissimo di Tavullia in conferenza stampa ha precisato di non avere ancora firmato il contratto con il team malese, ma di essere “molto vicino a farlo“. Prima della firma, infatti, ci sono ancora degli aspetti da chiarire. E in questa specie di partita a “scacchi” un ruolo importante lo giocheranno i due Tema: Yamaha e Petronas. Il nove volte campione iridato ha dichiarato che “con molta probabilità“, il suo attuale capo tecnico David Munoz, lo seguirà nel passaggio al team Petronas. Valentino ha confermato di essere pronto a entrare nel team malese e di avere già un “ottimofeeling con i vertici della squadra. Il contratto, come anticipato da alcune indiscrezioni nei giorni passati avrà una durata di un anno con “l’opzione aperta per quello dopo“.

Il doppio test sul circuito di Jerez

Valentino Rossi si è dichiarato soddisfatto della doppia sessione di test in vista del Gran Premio di Spagna di questo week end. Il Dottore ha giudicato un “buon turno” quello svolto la mattina e che anche il time attack “ha funzionato“. Mentre nella sessione pomeridiana sono emersi alcuni problemi in riferimento soprattutto al “bilanciamento” e al “setting“. VR46 ha detto che le condizioni sul tracciato sono “estreme”, a causa del caldo. Ma Valentino ha rassicurato i tifosi affermando che “c’è tempo per migliorare“. Infine, un elemento ancora su cui lavorare, anche in queste ore, sono le gomme da utilizzare sia nelle qualifiche che in gara.

  •   
  •  
  •  
  •