MotoGp 2020, GP Austria, Andrea Dovizioso: “Essere competitivo in altre piste farà la differenza”

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui

I 4.326 metri del Red Bull Ring sono congeniali alle caratteristiche delle moto Duucati. E in una gara divisa in due step a causa dello scontro tra Zarco e Morbidelli a trionfare è stato Andrea Dovizioso davanti a Mir e Miller. Il pilota di Forlì nella stesso weekend in cui ha annunciato il suo divorzio dalla casa di Borgo Panigale ha ottenuto la sua prima vittoria stagionale. Così ha commentato a caldo al termine del GP di Austria: “Gara strana. Non è successo qualcosa di particolare negli ultimi giorni, la differenza è che con tutto quello che è venuto fuori ieri ho dormito di più”.

GP Austria, Dovizioso: “L’ultimo giro non me lo sono nemmeno goduto”

Andrea Dovizioso ai microfoni di Sky Sport MotoGP ha affermato: “Sensazione strana. Gara interrotta per un caduta pericolosissima, sono stati davvero fortunati, sono contento di questo”. “Ripartire è sempre molto strano – ha sottolineato Dovi -. Il feeling era buono, in 2-3 punti staccavo da paura e questo mi è bastato per fare il gap e mettere in crisi tutti”. Così ha commentato il finale di gara che lo ha visto vittorioso: “Rins ha fatto un errore, altrimenti sarebbe stata difficile. L’ultimo giro non me lo sono nemmeno goduto, hanno sbagliato nel tabellone in alto, pensavo mancasse un altro giro”.
Poi a una domanda di Guido Meda sul suo stato d’animo, dopo aver annunciato anche il suo divorzio dalla Ducati, il pilota di Forlì ha affermato: “Alla fine quando vai in pista sei concentrato sul weekend, sono partito bene dal primo turno, abbiamo dimostrato di aver capito la frenata, questa pista ci aiuta, frenavo veramente forte, con Miller ho fatto la differenza qui”.

Dovizioso riflette sul Mondiale MotoGp

Essere competitivo in altre piste farà la differenza – ha affermato Dovizioso -, ma sono preoccupato perchè ancora non mi sento così bene con la moto, in centro curva non siamo ancora competitivi quanto dobbiamo, per lottare con Yamaha e Suzuki nelle prossime piste”. In riferimento al set up Dovizioso ha dichiarato: “Abbiamo la frenata in mano ed è fondamentale, ora dobbiamo cercare di migliorare in centro curva, ma più del 50% del lavoro è stato fatto”.
In conclusione in merito all’incidente Zarco-Morbidelli, Dovizioso ha affermato: “Incidente pazzesco, è stato veramente rischiosissimo, meglio non poteva andare, è stata una fortuna incredibile, sono ben contento che nessuno si sia fatto nulla di grave”.

  •   
  •  
  •  
  •