Motogp 2020, GP Brno, Valentino Rossi: “È stato un weekend positivo, la gara è stata bella”

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui

Valentino Rossi, al termine del Gran Premio della Repubblica Ceca sul tracciato di Brno, è apparso sorridente e ha giudicato il weekend nel complesso positivo. In questa nuova gara del Motomondiale 2020 il Dottore non ha raggiunto il 200° podio.

MotoGp 2020, Gran Premio della Repubblica Ceca

Valentino Rossi sul tracciato di Brno ha ottenuto un 5° posto nel GP della Repubblica Ceca. Il campionissimo di Tavullia ha giudicato positivamente questo risultato: “È stato un weekend positivo, la gara è stata bella e mi sono divertito. È difficile partire dalla quarta fila, ma sono risalito: senza l’errore in qualifica, quando avrei dovuto utilizzare la gomma hard”. Pertanto Valentino ha concluso: “sarei partito una fila più avanti e avrei potuto lottare per il podio“.

Valentino Rossi e il nuovo assetto della sua Yamaha M1

Valentino Rossi in riferimento al nuovo assetto della sua Yamaha M1 ha dichiarato che: “La Yamaha ha cambiato assetto a fine 2018 e così Quartararo e Vinales si sono trovati bene mentre io facevo fatica. Sono quindi tornato al passato: adesso ho fatto passi avanti in frenata“. Con il ritorno al precedente assetto ha confermato che adesso può “staccare duro e più profondo e così riesco a mettere meglio la moto dentro la curva, mentre con il vecchio assetto ero più lento“.

Valentino Rossi analizza la gara

Valentino Rossi ha analizzato anche le prestazioni dei protagonisti della gara: “Morbidelli ha fatto un bellissimo weekend, andando sempre forte e questo podio se lo meritava: sono certo che da qui alla fine sarà sempre molto competitivo. È un successo anche per la nostra Riders Academy, che è una grande realtà per il motociclismo italiano, ha colto bei successi in Moto2 e Moto3 e mi aiuta anche a sentirmi più giovane con una bella atmosfera e allenamenti tirati“. E a proposito della prestazione di Binder, il Dottore ha affermato che: “È un animale, andava forte già in Moto3, ha una guida moderna, in sovrasterzo, all’australiana, ed è veloce: la Ktm senza la caduta di Pol avrebbe fatto doppietta e io la vedo favorita anche in Austria“.

  •   
  •  
  •  
  •