Ferrari, Crozza-Binotto: “Dobbiamo capire, la macchina parte solo con i cavetti. C’è qualcosa che ci sta sfuggendo”

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui

Ieri sera, venerdì 18 settembre, è iniziata la quarta stagione di ‘Fratelli di Crozza’ in onda sul canale Nove. E, come preannunciato, in un precedente video, uno dei nuovi personaggi ideati da Maurizio Crozza è il team principal della Ferrari Mattia Binotto. Il comico genovese nei panni di Mattia Binotto con una divisa speciale comprendete coccarda con limite di velocità a 60 Km/h, targhetta recitante l’invito ‘vai piano’ e lo scudetto con un cavallo stanco su sfondo giallo è stato intervistato da Andrea Zalone.

Ferrari, Crozza-Binotto: “La macchina parte solo con i cavetti, è un problema”

Il Crozza-Binotto ha esordito dicendo: “Dobbiamo capire, perché c’è qualcosa che ci sta sfuggendo. Dal fatto che la macchina parte solo con i cavetti, è un problema“. Invitato da Andrea Zalone, a fornire maggiori dettagli ha aggiunto: “Stiamo cercando di capire con l’elettrauto. Quando c’è il Gran premio la domenica gli elettrauti sono chiusi“. Poi passando alle modifiche effettuate sulla SF1000: “Abbiamo sbagliato il telaio, ai 200 km/h si svitano i bulloni“. Ma questo potrebbe non essere un problema perché: “Ai 200 km/h non ci arriviamo mai“. Infatti, la rossa monoposto “è più una macchina da città“. Il Crozza-Binotto continua durante l’intervista a ripetere il mantra che “bisogna capire, c’è qualcosa che ci sta sfuggendo“.
Volgendo lo sguardo alla stagione attuale e al futuro, il comico genovese nei panni del team principal della Casa di Maranello ha affermato: “In questa stagione è difficile capire. Però nel 2021 non credo che capiremo. E nel 2022 magari capiamo qualcosina ma gli altri capiscono più di noi. Nel 2023 rimarremo immobili“.
Venendo alle prestazioni in gara, e sul fatto che Lewis Hamilton abbia dato 1 secondo sul giro alle rosse, il Crozza-Binotto ha dichiarato: “Non sappiamo chi sia”. “Ah, forse è quella macchia nera – ha aggiunto -, che ci supera 30 volte sul giro. Ma dobbiamo capire”.
Il Crozza-Binotto ha espresso una sua considerazione anche sul passaggio di Sebastian Vettel in Aston Martin: “Beato lui che guiderà la macchina di 007″. “Noi siamo più da luna park, da autoscontri. Sicuramente il fatto di inserire il gettone alla partenza ci penalizza”.

  •   
  •  
  •  
  •