Rins vince ad Aragon, 3° Mir! Suzuki prima nel mondiale!

Pubblicato il autore: Francesco Marcucci Segui

Rins vince ad Aragon
Alex Rins vince ad Aragon, Mir arriva terzo e si posiziona in testa alla classifica Mondiale! Sensazionale gara di Alex Marquez: il fratellino minore dell’otto volte campione del Mondo di MotoGp parte 11° e arriva secondo, guadagnando il secondo podio consecutivo in questa stagione.

Alex Rins vince ad Aragon davanti a Marquez e Mir

Si è concluso con la vittoria della Suzuki sul circuito Alcaniz di Aragon, grazie alla straordinaria gara condotta da Alex Rins, che fino all’ultimo giro ha protetto la posizione da un sensazionale Alex Marquez, partito undicesimo e arrivato secondo, proprio alle spalle del connazionale della Suzuki.

Una gara iniziata con i migliori propositi per le Yamaha, favorite dopo i tempi mostrati nelle qualifiche, che, tuttavia, non sono riuscite a sfruttare il vantaggio della prima fila, lasciando strada libera alle Suzuki e alla Honda di Alex Marquez.


MotoGp LIVE: la cronaca del Gran Premio di Aragon


Quartararo in difficoltà: parte dalla pole e arriva diciottesimo

Si respira aria di crisi in casa Yamaha: dopo la straordinaria qualifica nella quale Fabio Quartararo si è guadagnato la quarta pole position stagionale, togliendola proprio dalle mani del collega e compagno di marca Maverick Vinales, oggi le moto della casa dei tre diapason non sono riuscite a portare a casa i risultati sperati.

Dopo una straordinaria partenza di Maverick Vinales, in testa nei primi giri della corsa, e un tentativo di fuga mal riuscito, non c’è stato nulla da fare contro le moto di Rins e Mir, che oggi hanno completamente ribaltato la situazione, piazzandosi entrambe in zona podio.

Storia completamente diversa per Fabio Quartararo: il pilota francese del team Yamaha Petronas SRT è partito dalla pole position ma, a pochi giri dall’inizio della gara, ha cominciato ad accusare un degrado repentino, nonché imprevisto, delle gomme che lo hanno velocemente confinato nelle retrovie della classifica, per poi chiudere in diciottesima posizione.

Nulla da fare dunque per le Yamaha, che per l’ennesima volta in questo campionato hanno riscontrato grandi difficoltà in gara, legate soprattutto allo scarso feeling dei piloti con le gomme. Con questa brutta prestazione, Quartararo perde momentaneamente la testa della classifica mondiale, che vede ora Joan Mir leader del campionato, con la Suzuki in testa al mondiale per la prima volta dopo il lontano 1982.

  •   
  •  
  •  
  •