F1, GP Imola | Ferrari: le parole di Sebastian Vettel e Charles Leclerc.

Pubblicato il autore: Francesca Manes Segui


GP Imola | Mentre la Mercedes festeggia il suo settimo titolo costruttori in Emilia Romagna e si prepara, forse già in Turchia, a celebrare quello piloti di Lewis Hamilton, la Ferrari sta percorrendo faticosamente la strada della risalita dal fondo. Le buone sensazioni di Portimao, sono state confermate oggi nel gran premio di Imola. Recuperare partendo dal basso non è mai semplice, ma sembra che finalmente la direzione imboccata non sia del tutto sbagliata.
Charles Leclerc ha tagliato il traguardo in quinta posizione mentre Sebastian Vettel ha chiuso suo gp tredicesimo (salvo poi guadagnare la dodicesima posizione per la penalità inflitta a Grosjean). Nonostante ci siano stati errori di strategia, pit stop anticipati, difficoltà a riscaldare le gomme, in generale si può affermare che la performance di entrambe le SF1000 non sia stata negativa. Certamente, la prima parte di gara è stata più lineare rispetto alla seconda per le Ferrari, ma sembra che qualche piccolo miglioramento ci sia stato anche a Imola dopo il Portogallo. Due gare non sono molte per decretare l’inizio di un trend positivo per la Rossa di Maranello, ma sicuramente sono incoraggianti e invitano a sperare. Ci si augura che la risalita per quanto lenta possa essere per lo meno costante.

GP Imola | Ferrari: Charles Leclerc: “Non so perché ci siamo fermati così presto…devo analizzare la situazione”.


Charles Leclerc ha chiuso il Gp di Imola in quinta posizione e ha ripercorso ai microfoni Sky Sport F1 HD la sua gara e, in particolare, ha commentato quel pit stop anticipato…:

Sinceramente non so perché abbiamo anticipato tanto il pit stop all’inizio, devo analizzare la situazione. Dalla mia posizione dentro la monoposto avevo l’impressione di avere ancora gomma, però alla fine abbiamo deciso di pittare anche se non so esattamente perché… Alla fine senza fare un altro pit stop, è stato difficile difendersi in pista avendo gomme fredde….Però, Daniel (Ricciardo) che era nella mia stessa situazione ci è riuscito, io un po’ di meno, ma ero in una situazione diversa, avendo Daniel appena davanti a me con le gomme fredde. Sono comunque abbastanza soddisfatto della mia performance e specialmente nella prima parte di gara. Avevamo molti punti interrogativi sul passo gara con le soft, abbiamo visto che al Nurburgring non era andata bene mentre oggi è andata abbastanza bene. Credo che eravamo più forti di Daniel su questo primo stint. Abbiamo avuto risposte dalla giornata odierna e questo è un elemento positivo per il futuro”.

GP Imola | Charles Leclerc: “In questa gara non siamo stati perfetti, ma…”.

In questa gara non siamo stati perfetti, ma analizzeremo tutti i dati per essere migliori nella prossima. Se la Ferrari sia migliore in gara rispetto alla qualifica? Non lo so, posso solo dire che oggi abbiamo gestito bene le gomme, quindi direi che è andata un pochino meglio in gara, ma non c’è tanta differenza. Vorremmo essere ancora più in alto, ma c’è del positivo in tutto questo“.

Un’analisi lucida quella di Leclerc che come sempre si mostra molto autocritico rispetto alla sua performance, ma non dimentica mai gli aspetti positivi della giornata. Una prima parte di gara più all’attacco e una seconda più faticosa soprattutto dopo la ripartenza in seguito alla virtual safety car. Nonostante ciò, il monegasco regala sempre spettacolo in pista: il suo highlight di giornata è senza dubbio il bel sorpasso di Kevin Magnussen all’esterno della curva Tosa nel corso del ventottesimo giro.

GP Imola | Ferrari, Sebastian Vettel: “Oggi le sensazioni in gara sono state migliori rispetto al passato…”.


Sebastian Vettel è arrivato tredicesimo al traguardo ed è stato autore di una gara due volti non troppo dissimile, per quanto diversa, da quella di Leclerc. Una prima parte positiva e una seconda più difficoltosa. Anche in questo caso la scelta degli pneumatici e i momenti dei pit stop hanno influito. Ecco come il pilota ha commentato la sua gara a Sky:

“Abbiamo comunicato con le medie ed era la scelta giusta perché rendevano benissimo e il passo era buono nel primo stint. Poi, abbiamo perso tempo al pit stop ed è stato un peccato. Così ci siamo ritrovati fuori dai punti e abbiamo provato a recuperare con le soft alla fine, ma superare era molto difficile. Non era il risultato che volevamo e probabilmente meritavamo in pista oggi, ma posso affermare che le sensazioni in gara sono state migliori rispetto al passato. A livello di sensazioni penso che siano state positive. In realtà il passo gara non è mai stato un vero problema, mentre in qualifica finora ho faticato di più.  Dobbiamo essere pazienti anche se è doloroso e cercare di fare dei piccoli passi che possiamo fare. Già guardando i numeri ieri in qualifica posso dire che è andata meglio rispetto al passato. Dobbiamo continuare a progredire“.

Anche Sebastian conferma le sensazioni positive ricevute dalla monoposto in gara oggi. Il miglior feeling con la vettura è un aspetto positivo. Detto ciò la strada per risalire la china per Ferrari appare ancora lunghissima, siamo soltanto all’inizio.

  •   
  •  
  •  
  •