Michael Schumacher compie oggi 47 anni

Pubblicato il autore: Daniela

schumacher_2Pioggia di auguri per il compleanno di Michael Schumacher, il quarantasettesimo, oggi 03 gennaio. Nato nel 1969 a Colonia, Il campione trascorrerà la festa ancora nella sua villa supportato dalle amorevoli cure dei parenti più stretti. Il secondo compleanno di certo ancora non tra i più felici. Come non dimenticare che, solo pochi giorni fa, esattamente il 29 dicembre, è ricorso l’anniversario della caduta che da due anni lo ha cambiato per sempre?  I messaggi arrivano da tutto il mondo e sono in tutte le lingue: dall’inglese al francese al tedesco all’italiano e allo spagnolo. Insomma tutto il globo si stringe attorno al sette volte campione di formula 1 e alla sua famiglia proprio in questo giorno particolare che, da due anni a questa parte, non sembra essere “proprio allegro”. In effetti sulle reali condizioni di salute di Schumi, ancora si mantiene uno stretto riserbo. A seguito dell’ incidente sulle piste da sci di Meribel sulle Alpi francesi, in cui ricordiamolo battè fortemente la testa, alle speranze si sono alternate le delusioni. Michael è rimasto in stato comatoso fino al 16 giugno 2014. Uscito dal coma, venne trasportato in una clinica per la riabilitazione a Losanna. In seguito la scelta, anche se costosa, della famiglia di riportare il familiare a casa nella sua villa di Gland vicino al lago di Ginevra e di curarlo con tutte le attrezzature, medici e paramedici di cui il malato ha bisogno. Da anni a questa parte dunque, un silenzio quasi “tombale” avvolge le reali condizioni di salute del pilota della ferrari. Si sa solo che è uscito lentamente da uno stato di coma indotto, che peserebbe circa cinquanta chili e che ha poca percezione del mondo che lo circonda. Forse, non saprebbe nemmeno che proprio oggi compie gli anni. La riabilitazione lo sta mettendo “con estrema lentezza” in piedi e, secondo i recenti bollettini, ora sarebbe in grado di muovere solo “il braccio sinistro”. Fortemente smentita dai medici la falsa notizia, una tra le tante del web, secondo cui Schumi avrebbe anche ripreso a camminare. In effetti sarebbe, forse, tutt’ora immobile a letto, ma non si sa altro nè si ha alcuna certezza. Braccato e sorvegliato nella sua abitazione, i familiari lasciano poco spazio a visite, interviste o qualsiasi altra dichiarazione. Qualche voce circolata poco tempo fa parlava di un recupero, più proficuo per Michael, in un arco temporale di due anni, giusto il tempo di restringere il profondo ematoma alla testa, di fare una lenta terapia e di aiutarlo piano piano a ristabilirsi. Il tutto consumando l’enorme patrimonio accumulato negli anni, che non sarà sfruttato dai suoi cari in maniera diversa, se non quella di badare piano piano alla sua ripresa. Chissà se un giorno potremmo ancora vedere Schumacher in televisione come un tempo, a parlare con i fan o comunicare in qualche maniera. Si sa solo che oggi, nel giorno del suo compleanno, una valanga di auguri dai più famosi social network sono giunti al “campione adottato dagli italiani” e tutti carichi di forza e speranza. Dopodichè, si pensa, si ritornerà ancora a mantenere uno stretto riserbo.

  •   
  •  
  •  
  •