F1 | Red Bull passa ai motori Honda dal 2019

Pubblicato il autore: Nicoletta Floris Segui

Daniel Ricciardo (Photo by Mark Thompson/ selezionata da Getty Images)

Com’era già stato dichiarato dopo il gran premio del Canada, Red Bull conferma stamane il passaggio ai motori Honda dal 2019. Il team austriaco aveva già iniziato una trattativa con i giapponesi sin dal gran premio di Baku, ma Marko e il suo staff avevano necessità di ulteriori conferme.

Per vedere l’affidabilità dei motori Honda, il junior team della Red Bull, Toro Rosso, era passato ai motori Honda e, al momento, problemi di affidabilità non si sono mai presentati. Al contrario, in Renault sin dalla gara d’esordio ci sono stati molteplici problemi sia sulle Renault ufficiali, ma anche sulle Red Bull e McLaren.

Il lungo rapporto tra la casa francese e il team austriaco si conclude dopo 12 lunghi anni, nei quali sono riusciti a conquistare insieme quattro titoli mondiali costruttori e piloti. Cyril Abiteboul aveva rimandato diverse volte il termine della decisione di Red Bull, per dare più tempo per riflettere, ma alla fine c’è stato il divorzio. Decisivi sono stati i problemi di affidabilità del motore francese e la poca potenza del motore, facendo sì che Red Bull non possa lottare ad armi pari con Mercedes e Ferrari. Red Bull, infatti, col futuro rapporto con Honda spera di avere un motore all’altezza della monoposto.

Red Bull alla Honda, le  parole di Christian Horner

“Questo contratto pluriennale con Honda da inizio ad una nuova fase della Red Bull , i cui sforzi non si concentreranno più solo sulle singole vittorie, ma sul campionato piloti. Abbiamo preso sempre decisioni come questa spassionatamente e non solo con un criterio in mente. Noi crediamo che questo risultato ci porti a lottare per risultati più importanti. Dopo un’attenta considerazione e valutazione, noi crediamo che questa collaborazione con Honda sia la strada giusta per il team. Siamo rimasti impressionati dalla dedizione di Honda in F1, dei rapidi passi avanti che hanno fatto in poco tempo con il nostro junior team, Toro Rosso. La loro ambizione puo’ essere associata alla nostra. Non vediamo l”ora di lavorare con Honda nei prossimi anni e gareggiare insieme per ottenere grandi risultati.”

“Vorremmo ringraziare Renault per i dodici anni passati, un periodo durante il quale abbiamo condiviso esperienze incredibili. Abbiamo avuto qualche volta delle differenze tra di noi, ma Renault ha sempre lavorato tranquillamente e ci hanno dato il meglio per avere una power unit competitiva. Ancora oggi è così e per questo vogliamo ringraziare Renault, in particolare i ragazzi che  sono nel nostro garage in ogni gara, per il loro impegno e vogliamo concludere al meglio la collaborazione alla fine della stagione. Il nostro obiettivo di quest’anno è quello di ottenere il massimo dal campionato 2018 e auguriamo il meglio a Renault per il futuro.”

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: