F1: Gasly retrocesso in Toro Rosso, al suo posto Albon

Pubblicato il autore: Gabriele Rosi Segui

Free picture (Quick replacement of wheels) from https://torange.biz/quick-replacement-wheels-14824

Gasly retrocesso alla Toro Rosso. Cos’è successo in casa Red Bull?

Dopo gli ultimi Gran Premi, che hanno visto vari successi di Max Verstappen, il divario con il compagno di squadra Pierre Gasly è diventato sempre più evidente.
Mentre Max infiammava le folle olandesi, portando vittorie e podi per la squadra, il francese lottava nelle retrovie dei tre top team, non riuscendo a competere con i piloti di vertice.
Inoltre, in alcuni GP, Gasly si è ritrovato in bagarre con le scuderie di centro gruppo, nonostante la superiorità della sua vettura.
Tutto questo ha fatto infuriare i vertici del team austriaco che hanno rilasciato un comunicato in cui si dice che la retrocessione di Gasly è dovuta a “problemi nel traffico” in cui il francese “perde tempo”.
Al contrario, il giovane Alexander Albon, è riuscito a far notare sempre più le sue qualità, nonostante sia arrivato appena quest’anno nella scuderia satellite della Red Bull.

Metà stagione è bastata per prendere la decisione

Anche se Gasly ha mostrato il suo talento lo scorso anno, nel 2019 non è ben riuscito ad adattarsi alla vettura della casa madre, con risultati troppo deludenti rispetto al mezzo che ha avuto a disposizione.

“Surreale avere un’opportunità così”

Queste le parole di Albon, felice della notizia. Il 23enne anglo-thailandese esordirà sulla RB15 nel GP del Belgio il 1° Settembre e vedremo nelle prossime gare se riuscirà ad adattarsi meglio di Gasly a questa vettura creata a pennello per l’innato talento di Max Verstappen. L’olandese nel frattempo non usa i guanti con l’ormai ex compagno, dicendo che non è importante chi sarà al suo fianco, purché arrivino i risultati.

  •   
  •  
  •  
  •