Formula 1: BWT Racing Point sempre più forte. La scuderia presenta una nuova auto

Pubblicato il autore: Federica Locatelli Segui


Negli ultimi anni, il campionato di Formula 1 ha visto come unico artefice di gran parte delle gare il pilota della Mercedes-AMG Lewis Hamilton. Lui è stato sei volte campione del mondo, con ben 151 conquiste delle prime posizioni. Nell’ultima stagione, quella 2019, hanno destato apprezzamenti anche i risultati raggiunti dal pilota della Ferrari Charles Leclerc  e dal campione della Red Bull Max Verstappen. La voglia di raggiungere le prime posizioni, ha fatto sì, che alcune scuderie iniziassero a investire maggiormente in R&S, implementando componenti innovativi e strategie altrettanto al passo con i tempi. Un esempio è il percorso intrapreso dalla BWT Racing Team.

BWT Racing Point, la nuova auto e i progetti futuri in Formula 1

RP20
RP20, questo è il nome della nuova auto della scuderia Racing Point, bella, veloce e innovativa, un mix che promette performance interessanti. Il telaio con monoscocca in fibre composito di carbonio, pneumatici Pirelli P Zero e motore Mercedes. Le modifiche rispetto alle precedenti vetture del team sono in linea con il regolamento per la stagione 2019 e riguardano essenzialmente le nuove ali anteriori e posteriori, che migliorano le performance areodinamiche e la gestione del flusso di aria da parte del veicolo stesso.  Le innovazioni apportate ai modelli precedentemente utilizzati dalla Racing Point, hanno reso la linea dell’auto, simile a quella di altre scuderie, le quali in passato hanno risposto meglio agli eventi di ciascuna gara.

Un’auto nuova, migliore del passato e con potenzialità interessanti è la RP20. Il pilota della squadra Sergio Perez è entusiasta, non vede l’ora di correre in pista e sfidare i suoi colleghi, campioni delle precedenti edizioni della F1. Secondo lui il veicolo sarà il protagonista del prossimo campionato, infatti, ha detto: “Stiamo guidando le auto più veloci nella storia della Formula 1”. Parole importanti le sue, che fanno ben sperare i fan del team.

Le conferme sulle potenzialità della nuova vettura, arrivano dai test prestagionali, tenuti a Barcellona a febbraio, prima del blocco Covid-19. Tali test hanno evidenziato le prestazioni della RP20, i cui tempi sono stati molto simili a quelli della Mercedes. Un inizio accattivante per la stagione 2020 della Formula 1.

I propositi futuri
L’obiettivo della BWT Racing Point è quello di occupare un posto di rilievo nella classifica di categoria. Oltre alla nuova auto, altre sono state le mosse messe in atto per rendere il team più forte. Quella che una volta era una scuderia indipendente, dal 2018 è controllata da Lawerence Stroll, il quale ha un ruolo importante, come investitore, anche nel brand Aston Martin. Il duplice ruolo di Stroll nelle due società dei motori, ha permesso una cooperazione tra le stesse. Dal 2021 infatti, il brand automobilistico britannico entrerà in Formula 1, occupandosi del team Racing Point, portando sostegno e nuove idee alla squadra. In passato, aveva partecipato ad un altro campionato, quello del 1959-60, in cui ha disputato alcune gare. La volontà del nuovo team, frutto dell’unione con la Aston Martin,è aumentare la competitività della scuderia Racing Point, la quale molto probabilmente cambierà il suo nome.

Notizie di casa Aston Martin
Toto Wolff
, capo della scuderia di Formula 1 Mercedes-AMG Petronas, ha di recente investito nella società Aston Martin, un investimento meramente finaziario, che non andrà secondo un portavoce Mercedes, ad intaccare con il ruolo di Wolff all’interno della scuderia.

Non resta che attendere l’inizio del nuovo campionato F1.

  •   
  •  
  •  
  •