F1, Bottas in contatto con la Red Bull

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Valtteri Bottas deve ancora decidere quelllo che sarà il suo futuro per la prossima stagione. In scadenza di contratto con la Mercedes, così come il suo compagno di scuderia Lewis Hamilton, il pilota finlandese non è ancora sicuro di conservare la propria monoposto nella squadra di Brackley. Molti i team che vorrebbero averlo con sè per via della sua grande esperienza. Tra questi la Red Bull, che non ha ancora definito un accordo con Albon.

Bottas via dalla Mercedes: Red Bull la sua prossima destinazione?

Quale sarà il futuro di Valtteri Bottas? Il pilota filnandese, giunto alla soglia dei 30 anni, potrebbe aver concluso la propria esperienza in Mercedes, dopo essersi laureato vicecampione del mondo la scorsa stagione. Il suo contratto, così come quello del suo compagno di squadra Lewis Hamilton, va in scadenza quest’anno. Ma mentre il sei volte campione del mondo è quasi sicuro della riconferma, per Bottas potrebbero aprirsi scenari diversi.

Come vi avevamo anticipato nei giorni scorsi, Toto Wolff aveva aperto a uno spiraglio per vedere Sebastian Vettel alla guida di una “freccia d’argento”. Ma Vettel non è l’unica alternativa disponibile, dal momento che la Mercedes potrebbe decidere di promuovere George Russell, cresciuto nell’academy, e maturato quest’anno alla Williams. A questo punto per Bottas non ci sarebbe più spazio. Ecco che, come rivela Formulapassion, il suo agente, Didier Coton si sarebbe messo in contatto con alcune scuderie per sondare il terreno.

Dalla Renault, orfana di Ricciardo (passato in Mclaren), alla Red Bull. Proprio la scuderia austriaca potrebbe essere uno sbocco plausibile visto che, dopo aver confermato Verstappen, non ha ancora emesso alcuna ufficialità su Albon.  Il sito F1-insider riferisce di un invito a cena da parte di Coton a Horner, team manager Red Bull. Possibile che, tra una portata e l’altra, i due abbiano discusso di Bottas, ma per conoscere il destino del finlandese bisognerà attendere l’evoluzione del mercato piloti.

  •   
  •  
  •  
  •