Formula1, campagna antirazzismo: “Sostenibilità, Diversità e Inclusione, Comunità”

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli Segui

197

Ci siamo, Formula1 è pronta a indicare le principali fonti della nuova campagna antirazzismo. Parliamo di “Sostenibilità, Diversità & Inclusione, Comunità”. Il messaggio che anticipa la partenza dei piloti rimane invariato ma vengono adottati alcuni cambiamenti. Non ci sarà più l’arcobaleno che per tutto l’arco del 2020 si è dimostrato simbolo di bene e unità, forza e dedizione per uomini e donne lavoratori nel campo della sanità e nella lotta anticovid. La F.1 si mostra costantemente in prima linea grazie a campagne di sensibilizzazione portate avanti con orgoglio, oggi più che mai. Si pensa al futuro prossimo con nuove battaglie con la speranza di lasciare il covid-19 più lontano possibile.

Campagna antirazzismo: obiettivi per migliorare il mondo

La nuova campagna antirazzismo della Formula1 sarà seguita dal nuovo hashtag #WeRaceAsOnun punto in più per migliorare il mondo. Stefano Domenicali presidente e amministratore delegato della società, compone i suoi 4 pilastri: ”Sostenibilità, Diversità & Inclusione, Comunità”. Ulteriori punti importanti sui quali la società sta lavorando sono: sostenibilità parità. F.1 promette impegno per ridurre al massimo l’utilizzo della plastica.

Niente più piloti inginocchiati?

Il tema della lotta al razzismo e all’uguaglianza resta presente come simbolo di unione e inclusione, ma con alcune diversificazioni. Viene promosso con: “Implementazione di stage e apprendistati in Formula1 per gruppi sottorappresentati. Al fine di fornire loro l’accesso a una promettente carriera in F.1″. In fase di elaborazione la scelta di far inginocchiare i giocatori prima del via. Quest’ultimo si è sempre dimostrato un gesto incapace di unire tutti i componenti di F.1, creando disparità. Non si inginocchiavano Giovinazzi, Kvyat, Leclerc, Sainz, Raikkonen e Verstappen.

Stefano Domenicali: orgoglio per le novità

L’amministratore delegato della Formula1 Stefano Domenicali elenca le novità sulla campagna antirazzismo: “La nostra piattaforma WeRaceAsOne è stata molto efficace nell’aumentare la consapevolezza di questioni socialmente importanti e il nostro impegno costante per apportare un cambiamento positivo. Ne siamo molto orgogliosi e le squadre hanno abbracciato completamente le iniziative. Mentre il nostro impegno attraverso le parole per affrontare questioni come la sostenibilità e la diversità nel nostro sport sono importanti, sono le nostre azioni su cui saremo giudicati. Abbiamo già compiuto buoni progressi relativamente alla nostra sostenibilità e vedrete che quest’anno verranno eseguite forti azioni in tutti e 3 i nostri pilastri. Sappiamo che dobbiamo continuare ad andare avanti su questi temi e tutto lo sport sarà unito nei mesi e negli anni a venire”.

 

  •   
  •  
  •  
  •