Alonso: “Alpine come la Ferrari? Non so per chi delle due sarebbe una brutta notizia…”

Pubblicato il autore: Emanuela Francini Segui

Alonso
Tra pochi giorni parte finalmente la nuova stagione della Formula 1. Si iniziano a scaldare i motori nel circuito di Bahrain, con molti piloti e scuderie pronti a dare il massimo e lottare per il titolo. Questo nuovo Mondiale vedrà il ritorno di uno dei piloti più amati della F1, ovvero Fernando Alonso. Classe 1981, a 39 anni ritorna nella massima competizione automobilistica e lo fa a bordo della Alpine, la ex Renault.

Alonso e il suo ritorno in F1: “Torno per divertirmi e far divertire”

La carriera in F1 di Fernando Alonso parla da sola: due volte campione del mondo con la Renault nel 2005 e 2006, ex pilota Ferrari con la quale ha ottenuto 11 vittore tra la stagione 2010 e 2014. Bastano questi numeri, più numerosi sorpassi spettacolari e lunghe battaglie per tifare lo spagnolo. Ai microfoni di SkySport ha parlato del suo ritorno, promettendo divertimento: “Torno in F1 per divertirmi e far divertire la gente con grandi risultati. Voglio vincere, ma dire che torno, vinco gare e vinco titolo è un sogno. Vediamo e incrociamo le dita“.

Nella sua intervista ha raccontato le sensazioni alla vigilia del Gp di Bahrain, che farà da apripista alla nuova stagione. Alonso ha ammesso di stare bene: “Sto bene sia fisicamente che mentalmente. Mentalmente sono pronto. Avendo avuto tutto lo scorso anno come preparazione, sapendo quello che mi aspettava, ho fatto un rientro graduale con la squadra. Anche fisicamente sto bene, mi sono preparato per tanti mesi e vediamo come inizierà la stagione“.

Capitolo Ferrari

Ovviamente non si poteva parlare anche della Ferrari. La Rossa di Maranello viene da delle stagioni difficili con Vettel. Ora il tedesco è andato via, lasciando spazio a Sainz e Leclerc, la coppia più giovane della storia della Ferrari. A tal proposito ecco quanto dichiarato da Alonso: “Formano una coppia notevole, vediamo se la macchina cresce e se saranno in lotta per vincere. La Ferrari lo è stata sempre; è capitato di non esserlo nel 2020, tutti gli altri anni ha sempre lottato per traguardi importanti”. Alonso si aspetta “una Ferrari forte, se non quest’anno dal prossimo. Noi con i loro stessi obiettivi? Lo scorso anno sembrava, quest’anno la Ferrari deve fare un passo avanti per potenziale e storia. Non penso saremo nella stessa posizione, e se così fosse non so per quale dei due team sarebbe una brutta notizia…”, ha chiosato l’ex iridato.

  •   
  •  
  •  
  •