F1, Binotto e lo sviluppo della Ferrari: “Più preparati rispetto all’era Vettel. Budget fondamentale”

Pubblicato il autore: Emanuela Francini

Binotto
La Ferrari è tornata e si candida al ruolo di protagonista in questo nuovo Mondiale. Al momento il bilancio della Rossa, seppur dopo solamente due gare, è positivo: vittoria per Leclerc e secondo posto per Sainz in Bahrein; secondo e terzo posto a Jeddah. C’è tanta soddisfazione, ma bisogna anche restare con i piedi per terra per non rischiare di commettere errori passati e non perdere quanto costruito. A tal proposito, in una recente intervista, il Team principal Binotto, in una recente intervista ha affermato come la squadra sia molto più preparata.

Penso che mantenere il livello di sviluppo nel corso di una stagione sia sempre una sfida – ha spiegato il manager italo-svizzero secondo quanto riportato dal sito racingnews365.com – non solo per noi, ma per tutte le squadre. Ma è anche vero che i nostri concorrenti sono molto forti in questo e hanno dimostrato di essere molto competitivi, mentre la Ferrari, nelle opportunità presentatesi nel 2017 e nel 2018, ha perso un po’ di terreno con lo sviluppo. Da allora, per quanto riguarda il design della nostra auto – ha aggiunto – abbiamo migliorato i nostri strumenti, quali la galleria del vento, le metodologie, il processo ed il simulatore. Penso che oggi siamo molto più preparati, rispetto al passato, per fare un lavoro adeguato, così come nello sviluppo”.

Binotto: “budget cap elemento chiave

In conclusione  Binotto ha comunque espresso qualche preoccupazione limitatamente al budget cap, il quale potrebbe riservare risvolti determinanti per la lotta al titolo. “Dobbiamo anche aggiungere che oggi, rispetto agli scorsi anni – ha evidenziato – dobbiamo rispettare un limite di budget, che influenzerà il tasso di sviluppo. Questo sarà un elemento chiave per il mondiale, e proprio per questo dovremo mantenere un controllo rigoroso”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: