Uccio: “Valentino Rossi ha 9 titoli e mezzo: quello del 2015!”

Pubblicato il autore: Fabiola Granier Segui
Valentino e Uccio - Credits: Sky

Valentino Rossi e Uccio – Credits: Sky

Cosa accomuna Valentino Rossi e Alessio Uccio Salucci? E no, non si tratta né della grande amicizia, quasi una fratellanza, né tantomeno della passione per le moto e le corse. Ciò che li lega è un sogno, a tratti forse un incubo. Quello che ha attanagliato tutto il 2015 di VR46: “la decima”, il decimo titolo mondiale, quello che gli è stato “soffiato dal naso” dal famoso “biscotto”, come è stato chiamato più volte, degli spagnoli ai danni del pilota di Tavullia.

In un’intervista rilasciata per Marca, il giornale sportivo spagnolo, Uccio è voluto ritorna sulla scorsa stagione, levandosi, forse in maniera definitiva, qualche sassolino dalla scarpa: Il 10° titolo sarebbe il coronamento di una vita perfetta. A livello personale, sportivo e sarebbe una grande gioia perché rappresenterebbe la ciliegina sulla torta. Per me, abbiamo vinto nove titoli e mezzo. Per me, il titolo lo scorso anno è un po’ nostro. Anche un po’ il mio, anche se non è vero. Valentino merita ulteriore decimo titolo. Faremo di tutto per raggiungere questo obiettivo. Vogliamo il decimo titolo così quando avremo 50 anni e andremo a letto diremo ‘Come è bello aver vinto 10 titoli’. Lo scorso inverno è stato difficile. Quello che è successo non si può dimenticare. E lui lo non dimenticherà mai, fino alla morte, perché non si può dimenticare. È qualcosa che si deve vivere. Si è parlato di biscotto. Anche in Spagna l’hanno detto. E forse non sono stati ciechi.

Uccio si è un po’ raccontato e ha messo in chiaro alcuni punti sulla sua amicizia con Valentino Rossi e la sua carriera: “Sicuramente Valentino Rossi è una delle figure più importanti della MotoGP, ha raggiunto grandi obiettivi e quindi è normale che lo sia. Ha dato tanto a questo sport. Amo molto questo sport e per lui è un diritto essere rispettati. Ecco perché deve essere rispettato. Io non sono importante. Ce ne sono molti più importanti di me”, ha detto.

Il futuro di Rossi

Alla domanda riguardante il futuro del Dottore, Uccio ha dichiarato: Abbiamo molto tempo per pensare, perché ha ancora due anni di contratto. Questo ti permette di essere più rilassato e pensare a quello che stai facendo in questo momento. Per me, resterà nel mondo delle moto. Ma non rimarrà come team leader”. Quali saranno i piani di Valentino? Ha già deciso cosa fare dopo il 2018? Alcuni parlano di un altro anno di contratto, altri ancora di un vero e proprio “team” fondato da Rossi.

  •   
  •  
  •  
  •