Jorge Lorenzo chiede cifre troppo alte, Pernat: “Potrebbe farsi un anno sabbatico”

Pubblicato il autore: Simone Gitto Segui

Jorge Lorenzo – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

La stagione 2018 della MotoGP oltre ad essere accesa dalla consueta lotta al titolo mondiale, è animata dal mercato piloti. Molti contratti sono in scadenza, anche tra i top riders. Alcuni sono stati archiviati con rapidità, ancor prima dell’inizio della stagione. Ad esempio, Maverick Vinales ha prolungato il contratto per altri due anni con la Yamaha. La stessa ha fatto Marc Marquez con la Honda HRC, lasciando così la tentazione KTM: allo spagnolo non interessa dimostrare di essere competitivo con un altra moto. Valentino Rossi, sulla stessa lunghezza d’onda, anche se ha aspettato proprio la prima gara della stagione per l’annuncio del rinnovo. Il resto dei piloti invece è ancora in totale fermento. Il perno è Jorge Lorenzo, almeno fino a qualche gara fa si credeva fosse così. Questo perchè gli ultimi risultati rischiano di far diventare Jorge subalterno ad Andrea Iannone. Doveva appunto crearsi un domino di piloti: la Suzuki avrebbe dovuto prendere lo spagnolo, allontanando così Iannone. Invece gli ultimi risultati davvero positivi (il podio di Austin) del pilota italiano potrebbero far cambiare idea alla Suzuki. La casa giapponese inoltre, dopo un primo interesse ad Jorge Lorenzo, sarebbe meno interessata visto le cifre assurde richieste dal maiorchino. Interviene a tal proposito il noto manager presente da tempo nel motomondiale, ovvero Carlo Pernat. Secondo il “divino Pernat” (appellativo conferitogli dagli appassionati e dallo studio MotoGp di tv8) Jorge sarebbe in una situazione complicata: “I giapponesi non sono interessati a certe cifre”. Pernat infine rilancia così: “Io la butto lì dicendo una bestemmia sportiva. Jorge deve stare attento perché potrebbe anche farsi un anno sabbatico. Con le cifre che chiede, per come è messo è complicato trovare posto”.

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •