MotoGP Austin, Marquez provoca Valentino Rossi: “Ha paura ? Io no e spingo al massimo”

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui
RIO HONDO, ARGENTINA - APRIL 07: Marc Marquez of Spain and Repsol Honda Team rounds the bend during the qualifying practice during the MotoGp of Argentina - Qualifying on April 7, 2018 in Rio Hondo, Argentina. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Marc Marquez – Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

La polemica tra Marquez e Valentino Rossi non accenna a placarsi, dopo ciò che è successo nel GP di Argentina. Lo spagnolo della Honda provoca il pilota italiano dichiarando:”Ha paura? Io no e spingo al massimo”.   Non un bel modo per preparare la vigilia del GP di Austin.

Intanto domani alle 21 ora italiana scatteranno le qualifiche del GP texano. Il favorito su questa pista è lo spagnolo della Honda  Marquez che ha vinto le ultime cinque edizioni. Vedremo se Dovizioso e Rossi riusciranno a mettergli i bastoni tra le ruote e a lottare per la vittoria. La Ducati deve riscattare la brutta prestazione nella gara sudamericana. Se il Dovi vuole lottare per la vittoria del mondiale anche quest’anno non può permettersi di perdere altri punti . Certo al momento la classifica della MotoGP lo vede al secondo posto a soli tre punti dal leader Crutchlow.
Per Dovizioso sarebbe un grande colpo riuscire a vincere su una pista favorevole alle Honda ma soprattutto a Marquez.

Già nelle qualifiche di domani avremo qualche indicazione su cosa aspettarci per la gara. L’ obiettivo in casa Ducati e centrare almeno il podio. Su questa pista sembra che non ci possano essere sorprese, a meno di una gara bagnata domenica. Crutchlow pilota del team cliente Honda, quasi sicuramente abbandonerà la prima posizione nella classifica della MotoGP. Solo la pista potrà dirci se la leadership andrà allo spagnolo Marquez o a Dovizioso.

La polemica Marquez-Rossi non accenna a placarsi

Fino a quando Marquez non ammetterà le sue colpe e continuerà a provocare la polemica andrà avanti. Sicuramente non terminerà dopo questo GP. Il contatto tra Marquez e Rossi ricorda quello avvenuto nel GP di Cina della F1 tra Verstappen e Vettel. In quell’occasione la direzione gara ha dato soltanto 10 secondi di penalità al pilota belga della Red Bull. La direzione gara della MotoGP invece è stata più severa aggiungendo 30 secondi al tempo finale di Marquez  sceso fino al diciottesimo posto.

Questa penalizzazione potrebbe anche essere decisiva per l’assegnazione del mondiale.  Ora però gli appassionati di MotoGP sperano che da questa gara in poi si parli solo delle prestazioni in pista dei piloti.  Quest’anno si profilerà ancora una volta un duello Marquez-Dovizioso per vittoria del Mondiale. Tutti i tifosi Ducati sperano che l’esito sia diverso rispetto allo scorso anno.

  •   
  •  
  •  
  •