MotoGP Giappone, Valentino Rossi ottimista: “Siamo competitivi. Il tracciato mi piace”

Pubblicato il autore: Domenico Di Gennaro Segui
VALENCIA, SPAIN - NOVEMBER 14: Valentino Rossi of Italy and Movistar Yamaha MotoGP rounds the bend during the MotoGP Tests In Valencia day 1 at Comunitat Valenciana Ricardo Tormo Circuit on November 14, 2017 in Valencia, Spain. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Valentino Rossi – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Il Gran Premio della Thailandia ha lasciato sensazioni positive in casa Yamaha. Il 3° posto di Maverick Viñales, arrivato ad appena due decimi dal connazionale Marquez, e il 4° di Valentino Rossi rappresentano una buona dose di fiducia in vista del Gran Premio del Giappone, di scena a Motegi questo fine settimana. I risultati ottenuti a Buriram stanno a dimostrare il netto miglioramento della casa di Iwata, finalmente in grado di trovare un buon bilanciamento tra gomme e moto. E Valentino Rossi non nasconde la sua soddisfazione. E’ un buon viatico in vista degli ultimi quattro gran premi, anche per risollevare le sorti di una stagione che non ha riservato fin qua grosse soddisfazioni. La Yamaha è terza nel campionato costruttori dietro a Honda e Ducati ed è a digiuno di vittorie in questa annata. L’ultima vittoria della Yamaha risale addirittura a metà del 2017, quando il 39enne di Tavullia si impose ad Assen nel Gran Premio d’Olanda. E’ per questo che una buona prestazione a Motegi è attesa come l’acqua nel deserto. Marc Marquez, nel frattempo, potrebbe già a Motegi vincere il titolo mondiale di MotoGP con 3 gare ancora da disputare. Basterà ottenere due punti in più del suo rivale Andrea Dovizioso.

LE DICHIARAZIONI DI ROSSI – I progressi della M1 in questo finale di stagione hanno esaltato Rossi che è pronto ad affrontare il gran premio di questo weekend con un rinnovato entusiasmo. Così il Dottore ha commentato il momento positivo in una dichiarazione tratta dal Corriere dello Sport: “Dopo la Thailandia sono rientrato in Italia, mi sono allenato e mi sono preparato per le tre gare di fila che ci aspettano. Arrivo in Giappone con ottimismo e possiamo essere competitivi lì“. Rossi ha poi parlato del suo feeling particolare con il circuito giapponese, in cui nel 2008 ha conquistato il suo ottavo titolo mondiale: “Solitamente, su quella pista mi sento a mio agio, è un tracciato che mi piace. Spero che sia un fine settimana caratterizzato dalle buone condizioni meteo perché l’anno scorso è stato un vero incubo con la pioggia. Vediamo come sarà questo Gp. Ultimamente la nostra moto è migliorata, se anche a Motegi le prestazioni saranno di questo livello, potremmo interpretare delle buone prove da qui alla fine del campionato“. Dunque la sfida a Honda e Ducati è aperta.

ROSSI E MOTEGI – Il circuito di Motegi, costruito nel 1997, è di proprietà della Honda. Il tracciato misura 4,8 kilometri e presenta le bellezza di 14 curve, di cui 6 a sinistra e 8 a destra. E’ presente nel campionato mondiale di motociclismo ininterrottamente dal 1999. Dal 2000 al 2003 assunse la denominazione di Gran Premio del Pacifico, mentre nello stesso lasso di tempo il Gran Premio del Giappone si svolgeva sul circuito di Suzuka. Valentino Rossi ha ottenuto finora in carriera due vittorie sul circuito di Motegi. La prima nel 2001 quando correva con la Honda nella classe 500, che di lì a un anno sarebbe diventata l’attuale MotoGP. E si aggiudicò la vittoria anche sette anni dopo in sella alla sua Yamaha. Quello del 2008 fu il suo ultimo successo a Motegi e coincise con la conquista dell’ottavo titolo mondiale. Staremo a vedere se Rossi inciderà un altro capitolo memorabile della sua incredibile saga.

  •   
  •  
  •  
  •