Test MotoGp, Valentino Rossi: “La moto per il 2020 va migliorata. C’è troppo gap sul rettilineo”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui


Test MotoGp Jerez, il commento di Valentino Rossi. 
Si è conclusa la seconda giornata di prove tecniche in vista della prossima stagione, il miglior tempo lo ha fatto segnare il campione del mondo Marquez davanti alle Suzuki. Anche Valentino Rossi ha partecipato ai test e, nonostante la pioggia incessante, il decimo posto ottenuto lo lascia contento a metà. Il dottore ha detto la sua sul rodaggio della Yamaha ai microfoni di it.motorsport.com “Purtroppo è piovuto ed è stato un grande peccato ma siamo riusciti comunque a fare una decina di giri sull’asciutto, che sono stati positivi, perché sono stato subito più veloce di lunedì e mi sono trovato meglio. Penso che avrei potuto essere competitivo, ma purtroppo non abbiamo potuto fare il confronto tra le due moto. Nel pomeriggio abbiamo girato un po’ sul bagnato e la moto nuova non si è comportata male. C’è ancora tanto lavoro da fare. La moto nuova è buona ma dobbiamo migliorare ancora“.

Test MotoGp Jerez, l’analisi di Valentino Rossi. Il 2019 del pilota di Tavullia è stato negativo con il settimo posto nella generale e solo due podi ad inizio stagione. Valentino Rossi è cosciente che ci sarà tanto da migliorare per essere competitivi nel 2020, ma allo stesso tempo si mostra fiducioso: “A vedere i tempi, le Yamaha sono andate molto forte. Però poi quando si arriva alla gara e bisogna fare tanti giri di fila, gli altri riescono a consumare meno le gomme e alla fine arrivano davanti. La Yamaha l’ho vista in crescita, ma anche la Ducati, perché Dovizioso è stato tranquillo ma comunque è andato forte. Poi c’è pure la Suzuki. Sembra che ci siano una decina di moto che possono competere. Abbiamo preso la strada giusta, ma il gap è ancora troppo grande, perché se prendi 9 o 10 km/h su una pista come Jerez, diventano un grande problema su tracciati con rettilinei più lunghi. Abbiamo visto qualcosa, ma ci serve di più e spero che possa arrivare il prossimo anno”. 

  •   
  •  
  •  
  •