MotoGp, Valentino Rossi: “Sono pronto a tornare per la gara, sono ottimista”

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui


Valentino Rossi, al termine del Day 4 di test di preparazione della stagione della MotoGp, è apparso molto soddisfatto delle prestazioni della sua Yamaha M1 del team Petronas. Il campione di Tavullia, infatti, è riuscito ha rimontare dal 19° tempo fatto registrare la sessione di prove scorsa sul circuito di Losail in Qatar, all’8° tempo realizzato nella prima sessione di giovedì 11 marzo.

MotoGp, Valentino Rossi: “Sono pronto a tornare per la gara”

La sessione di test della MotoGp, sul tracciato di Losail, è terminata con un giorno di anticipo a causa della troppa sabbia presente sulla pista. Valentino Rossi, nonostante questo particolare, ha confermato di sentirsi a suo agio con la Yamaha M1 del team Petronas. “Sul giro e sul passo sono più veloce dell’anno passato”, ha detto il nove volte iridato. Il miglioramento delle performance è stato confermato anche dal feeling sbocciato tra pilota e moto. Perciò, in vista della partenza per il Motomondiale fissata per il 28 marzo, Valentino ha confermato di essere “pronto a tornare (sul circuito del Qatar, nda) per la gara con ottimismo”.

Le conferme per la Yamaha M1 del Team Petronas dovranno arrivare anche su altre piste

Nelle ultime stagioni Valentino Rossi con in team ufficiale Yamaha aveva riscontrato sempre tanti problemi nel migliorare quanto veniva inviato dalla factory di Iwata. Mentre in preparazione della nuova stagione della MotoGp quest’anno la Casa dei tre diapason ha apportato modifiche soddisfacenti sia al telaio che all’aerodinamica. Il pesarese, inoltre, ha sottolineato “l’ottima atmosfera” che è nata subito con la nuova squadra del team Petronas. Uno degli aspetti negativi, invece, è che anche gli altri team sono cresciuti molto e così quasi tutti i top riders “vanno più forte”.
Sulla pista di Losail la Yamaha ha sempre potuto sfruttare un ottimo grip. “Solamente in Portogallo avremo la conferma se é stato fatto uno step per andare forte ovunque”, ha sottolineato il Dottore. Con i set up delle moto attuali, infatti, e con le gomme Michelin ci possono essere variazioni di performance in qualsiasi momento; e anche tra le qualifiche del sabato e la gara della domenica. Pertanto, tante “cose potrebbero essere inattese”, ha ammesso il nove volte campione del mondo.

  •   
  •  
  •  
  •