Motomondiale, Gran Premio di Thailandia: Martin vince in volata e si riavvicina a Bagnaia

Nel Gran Premio di Thailandia del Motomondiale, Jorge Martin vince di un soffio una gara tiratissima contro Francesco Bagnaia e Brad Binder (penalizzato di una posizione per mancato rispetto dei track limits). In Moto2 trionfa Fermin Aldeguer. In Moto3, successo per David Alonso.

Il testa a testa fra Jorge Martin e Francesco Bagnaia per il titolo della classe MotoGP si arricchisce di due nuovi appassionanti capitoli nel Gran Premio di Thailandia, diciassettesimo appuntamento del Motomondiale 2023. Lo spagnolo porta della Ducati Pramac porta a casa sia la Gara Sprint di sabato che quella della domenica, avvicinandosi nuovamente all'italiano sulla Ducati ufficiale.

In Moto2, Fermin Aldeguer vince la sua seconda gara in carriera, con Pedro Acosta sempre più vicino alla matematica certezza del titolo. In Moto3, quarto successo per David Alonso, ma Jaume Masià allunga in testa alla classifica.

Motomondiale: classe MotoGP

La gara della classe MotoGP registra il quarto minor distacco di sempre fra i tre piloti sul podio. Jorge Martin (Ducati Pramac), Brad Binder (KTM) e Francesco Bagnaia (Ducati ufficiale) risultano, infatti, separati da appena 253 millesimi. Il risultato al traguardo viene, però, modificato dai commissari di gara che comminano il declassamento di una posizione al pilota sudafricano, a causa di un track limits segnalato alla curva 4 dell'ultimo giro.

Per lo spagnolo si è trattato di un nuovo fine settimana perfetto, con la conquista della pole position e della vittoria nella sprint di sabato di fronte allo stesso Brad Binder, in questo caso staccato di quasi un secondo, e su Luca Marini (Ducati VR46), con Francesco Bagnaia che si è dovuto accontentare di un anonimo settimo posto.

Anche nella gara vera e propria l'italiano, scattato dalla sesta casella, ha attraversato dei momenti di difficoltà, scivolando addirittura al settimo posto per poi recuperare fino alla terza posizione. La lunga battaglia per la vittoria tra i due contendenti per il titolo e il sudafricano terzo incomodo prende il via negli ultimi sette giri, per poi infuocarsi negli ultimi cinque con una serie di sorpassi e controsorpassi. Jorge Martin, inoltre, ha fatto sì che la Ducati ottenesse la prima vittoria sul circuito di Buriram dove, fino a questo momento, non aveva ancora vinto.

Francesco Bagnaia rimane in testa al Mondiale con 389 punti, ma il distacco da Jorge Martin si riduce a 13. Marco Bezzecchi, quarto sul traguardo, consolida la terza posizione in generale coi suoi 310 punti, 61 in più rispetto a Brad Binder.

Motomondiale: classe Moto2

Secondo successo in Moto2 e in carriera per lo spagnolo Fermin Aldeguer, che trionfa a Buriram dopo essere scattato dalla pole position in una gara che ha dominato dall'inizio alla fine. Il pilota della Speed Up Boscoscuro ha tagliato il traguardo con quasi 3,5 secondi di vantaggio sul connazionale Pedro Acosta, ormai sempre più prossimo alla conquista del titolo. Con loro sul podio si piazza Somkiat Chantra (Honda Team Asia), che ha chiuso la gara con quasi dieci secondi di distacco, ma è anche il primo pilota thailandese a centrare una delle prime tre posizioni nel Gran Premio di casa.

Come detto, Pedro Acosta ha ora 63 punti di vantaggio su Tony Arbolino (300.5 a 237.5), col milanese che non è riuscito ad andare oltre il 4° posto. Allo spagnolo basta semplicemente arrivare fra i primi quattro, indipendentemente dal piazzamento del suo rivale, per assicurarsi il titolo a Sepang. Jake Dixon, terzo con 172 punti, si è ritirato dopo un contatto con Celestino Vietti.

Motomondiale: classe Moto3

Quarto successo stagionale per David Alonso in classe Moto3. Il colombiano della GasGas Aspar, ormai certo di essere Rookie of the Year, si inserisce inaspettatamente nella lotta per il titolo, dato il comunque buon 4° posto di Jaume Masià (Honda Leopard) e il ritiro di Ayumu Sasaki, caduto dopo appena tre giri dopo un contatto con David Muñoz. Nelle prime cinque posizioni della gara, altrettante nazionalità: secondo il nipponico Taiyo Furusato; terzo l'olandese Collin Veijer; quinto il turco Deniz Oncu.

Per Jaume Masià i punti di distacco da Ayumu Sasaki diventano 17 (230 a 213), mentre David Alonso sale a quota 205, a pari merito con Daniel Holgado, sesto al traguardo. Potenzialmente ancora in corsa anche Deniz Oncu, quinto a 191 punti.

Motomondiale: prossimo appuntamento

Due settimane di pausa e poi sarà il momento del rush finale per il Motomondiale, con tre weekend di gara consecutivi. Si comincia dal Gran Premio della Malesia, sul circuito di Sepang, dal 10 al 12 novembre. Gara Sprint della MotoGP sabato alle 8.00 italiane. Domenica, alle 4.00 la Moto3, alle 5.15 la Moto2 e alle 7.00 la MotoGP.