La Pellegrini non si ferma – 1:54,55 nei 200 stile, personale in tessuto e seconda al mondo

Pubblicato il autore: Michele D. Segui

fed pell
Federica Pellegrini
continua a stupire. Dopo il debordante 100 di ieri, la veneziana si ripete nei 200 siglando 1:54.55, suo personale coi costumi in tessuto, e lanciando un chiaro segnale alle sue avversarie: per Rio ci sono anche io! Con 56.46 alla virata dei 100, la Pellegrini chiude l’ultima vasca in 28.80 e segna un tempo che la pone al secondo posto delle liste stagionali a poco più di un mese da Rio. Tra tre giorni a Omaha, nei trials americani, vediamo quale sarà la risposta della marziana Katy Ledecky e delle varie Allison Schmitt e Melissa Franklin.

In questa terza e ultima giornata del sette colli, importanti le gare a stile libero per completare i quadri staffetta:
Nei 100 stile non si presenta Marco Orsi in mattinata, mentre Luca Leonardi appare fuori condizione, probabilmente già rassicurato anticipatamente come Magnini della qualificazione. Gli altri infatti non fanno meglio: Michele Santucci si ferma a 49.46, Marco Belotti a 49.56, Jonathan Boffa a 49.75. Filippo Magnini gareggia e chiude in 49.51, e il suo azzardo di saltare i sette colli è stato ben calcolato. Sarà a Rio probabilmente con Luca Leonardi. Su Marco Orsi deciderà la federazione, ma viste le alternative sarà probabilmente lui il quarto staffettista.
Nei 200 stile femminile, due posti in palio per la staffetta olimpica : si parte in finale B con Diletta Carli in 1:59.75, Martina De Memme in 1:59.88, Erika Musso lontana sopra i 2 minuti. In Finale A Chiara Masini Luccetti in 1:59.65 e Stefania Pirozzi a 1:59.87. Duro il compito della federazione per la scelta delle due atlete che accompagneranno Federica Pellegrini e la Mizzau a Rio. Sicuramente non si sono visti i miglioramenti sperati, la migliore rimane Martina de Memme seguita da Erika Musso.

Nelle altre gare, nessuno degli atleti papabili riesce a centrare il minimo richiesto e quindi probabilmente sfuma il loro sogno olimpico: l’ultima speranza per tutti sarà la benevolenza del CT.
Nei 200 dorso bella gara di Christopher Ciccarese che vince in 1:57.96, a un secondo dal tempo richiesto,  mentre lontano dai suoi migliori Luca Mencarini, terzo  in 1:59.16.
Nella gara femminile non ce la fa neanche Margherita Panziera, che è seconda in 2:10.21, poco meno di un secondo dal tempo richiesto.
Nei 200 rana uomini vince Flavio Bizzarri, che con una buona ultima vasca si mette alle spalle Daniel Gyurta e Luca Pizzini chiudendo in 2:11.00: il tempo però è lontano un secondo dal limite richiesto per Rio, dove andrà con tutta probabilità Pizzini.
Nei 200 rana donne bella gara per Giulia De Ascentis e Elisa Celli, che finiscono rispettivamente con 2:26.59 e 2:26.70: anche per loro però lontano il pass olimpico.
Infine bella affermazione per la giovane campionessa italiana Ilaria Cusinato, che con 2:12.80 fa suoi i 200 misti a un centesimo dal personale. Neanche qui c’è il pass per Rio ma data la giovane età non sarebbe delittuoso portarla in Brasile vista pure la costanza di risultati.

  •   
  •  
  •  
  •