Daiya Seto torna a nuotare dopo la squalifica per aver tradito la moglie

Pubblicato il autore: Vincenzo Palumbo Segui


Daiya Seto può finalmente tornare in vasca dopo la squalifica. Il famoso nuotatore in Giappone è una vera e propria star, non a caso può vantare una medaglia di bronzo conquistata sui 400 metri misti, alle Olimpiadi di Rio nel 2016, e ben 3 campionati del mondo vinti sulla stessa distanza (Barcellona 2013, Kazan 2015 e Gwanhu 2019 – ndr). Il suo palmares e il fatto di essere capitano della nazionale nipponica non sono bastati a evitargli una pesante sanzione. Il 26enne è stato sospeso nell’ottobre 2020 per aver avuto una relazione extraconiugale.

Diffusa la notizia in patria, Daiya Seto non ha potuto far altro che ammettere il tradimento. Ravvisando la violazione del codice etico della Federazione giapponese di nuoto, quest’ultima ha imposto al campione lo stop dalle gare e dagli allenamenti ufficiali. Allo stesso tempo la JASF ha anche obbligato Daiya Seto a rinunciare al ruolo di capitano della squadra nipponica.

Un tradimento pagato a caro prezzo dalla medaglia olimpica che adesso può tornare in vasca e prepararsi al meglio per le future Olimpiadi. Daiya Seto sarà in gara al Japan Open, dal 4 al 7 febbraio, nello stesso impianto che ospiterà i Giochi. L’ex capitano della squadra giapponese nella rassegna a 5 cerchi è già qualificato sui 200 e i 400 misti.

  •   
  •  
  •  
  •