Volley WGP, la “baby” Italia lotta ma alla fine cede contro il Brasile

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

italia brasile

Parte con una sconfitta il cammino dell’Italia nel World Grand Prix. Nella prima giornata della Pool B le ragazze di Marco Bonitta cedono in quattro set contro le padrone di casa del Brasile. Alla Carioca Arena 1 di Rio del Janeiro il ct azzurro ha schierato una squadra giovanissima, 21 anni l’età media del sestetto di partenza, che comunque ha saputo tenere testa allo squadrone di Zé Roberto, che di contro ha mandato in campo tutte le titolari che saranno protagoniste alle Olimpiadi.
Nonostante l’assenza delle “senatrici” Guiggi, Centoni e Del Core, che rientreranno nel prossimo fine settimana nella tappa di Bari, e con una Gennari lasciata precauzionalmente in panchina per un fastidio al ginocchio destro, l’Italia sperimentale di Bonitta ha comunque dato delle risposte importanti, in particolare sotto il profilo dell’attegiamento, a parte nei due set centrali quando le brasiliane hanno fatto valere tutta la loro fisicità e la loro indiscutibile classe.

Le azzurre torneranno in campo stasera alle ore 22.15 italiane contro la Serbia (diretta RaiSport2) che nell’altro match del girone ha perso 3-0 (31-29, 25-18, 28-26) contro il Giappone.

IN CAMPO – Bonitta sceglie Malinov in regia, Egonu opposta, Guerra e Sylla schiacciatrici, Chirichella e Danesi centrali, De Gennaro libero.
Zé Roberto risponde con la diagonale formata da Dani Lins e Sheilla, Fe Garay e Natalia in banda, Fabiana e Juciely al centro, Camila Brait libero.

Leggi anche:  Pallavolo femminile, con il Calendario Perazza le pantere di Conegliano aiutano l'Istituto Oncologico Veneto
LA GARA – L’Italia parte subito forte imponendo il proprio gioco sulle padrone di casa stranamente fallose. Trascinate da Egonu e da una Malinov ispirata e brava a variare il gioco, le “baby” azzurre hanno sorpreso le avvesarie chiudendo 25-23 il primo set.
Nel secondo set sale in cattedra lo squadrone verdeoro che allunga fin dalle prime battute, con le ragazze di Bonitta incapaci di reagire. Sheilla e compagne allungano ancora e chiudono agevolemente 15-25.
Identico il copione nel terzo parziale: le brasiliane scappano fin da subito, Bonitta inserisce Diouf e Ortolani ma il sestetto azzurro può ben poco. Finisce ancora una volta 15-25.

Nella quarta frazione l’Italia inizia a macinare gioco e sulla falsariga del primo set mettono in difficoltà le ragazze di Zé Roberto. Dopo un lungo botta e risposte De Gennaro e compagne piazzano un break che potrebbe portare la sfida al tie-break (24-21), ma poi sprecano delle buone occasioni permettendo al Brasile di rimontare e di chiudere ai vantaggi (25-27).

HANNO DETTO – Marco Bonitta (ct Italia): “Stasera mi è piaciuto molto l’atteggiamento della squadra perché dopo il secondo e terzo set non era facile riuscire a reagire e invece l’abbiamo fatto. Nel quarto parziale siamo stati molto bravi a sfruttare il calo mentale del Brasile e ad approfittare dei loro errori. Peccato perché sarebbe bastato davvero poco per guadagnarci almeno il tie-break. Sono comunque soddisfatto, questo è un gruppo giovanissimo che deve accumulare tanta esperienza e per farlo è importante avere l’atteggiamento giusto, il resto verrà in seguito. Domani si torna in campo contro la Serbia che come noi è venuta con una squadra non al completo, vedremo che partita ne verrà fuori”.

Monica De Gennaro (libero Italia): “Nel primo set abbiamo giocato molto bene mettendo il Brasile in grossa difficoltà anche grazie a un servizio efficace. Alla lunga però sono uscite tutte le loro qualità che non scopriamo certo oggi, quando spingono è difficile reggere il ritmo. Sono contenta e in parte dispiaciuta per il quarto set, ci siamo espresse su buoni livelli sciupando purtroppo i punti finali. Nel complesso penso si possa dire che è stato un buon inizio di Grand Prix”.

Miriam Sylla (schiacciatrice Italia): “E’ stata una partita caratterizzata da alti e bassi, nel primo set siamo partite molto bene, poi c’è stato un calo nel secondo e terzo, mentre nel quarto è venuta fuori tutta la nostra grinta. Penso che con la prova di stasera abbiamo fatto vedere di potercela giocare anche contro formazioni di primissimo livello. Affrontare giocatrici forti come quelle brasiliane è sempre un’emozione, ma siamo state brave a non  farci intimorire provandoci sino alla fine”.

TABELLINO

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, Leonardi prova a spiegare la crisi di Busto

ITALIA – BRASILE 1-3 (25-23, 15-25, 15-25, 25-27)
ITALIA: Chirichella 12, Egonu 15, Sylla 12, Danesi 1, Malinov 5, Guerra 6, De Gennaro (L), Spirito, Ortolani 1, Diouf 6, Cambi. N.e. Melandri, Gennari, Sirressi (L). All. Marco Bonitta.
BRASILE: Fe Garay, Sheilla 15, Fabiana 14, Natalia 16, Juciely 8, Dani Lins 2, Camila Brait (L), Roberta, Tandara 1, Gabi. N.e. Adenizia, Thaisa, Mariana, Leia (L). All. Zé Roberto.

  •   
  •  
  •  
  •