Volley Serie A1 femminile, Pomì-Firenze 3-1. La schiacciatrice Starcevic: “E’ stata una partita difficile”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui


Vittoria Pomì
per 3 a 1 contro il Bisonte Firenze con parziali 25-22 / 26-24 / 16-25 / 25-17 che non possono che far finalmente sorridere il pubblico del PalaRadi che spera fermamente nei play off scudetto, incontri secchi dove tutto può accadere. Buonissima prova della Grothues e della Drews che stanno dando tutta la loro esperienza alla società di Cremona. Non può che essere soddisfatta la schiacciatrice Starcevic che ha dato tutta se stessa per la vittoria della Pomì:“E’ stata una partita difficile, il Bisonte ha giocato una bella partita, noi abbiamo fatto tanti errori sia in battuta che su palloni facili che non abbiamo chiuso bene. Ma alla fine abbiamo portato a casa questa importantissima vittoria, questi tre punti vitali per noi. Dobbiamo essere più sicure nel campo, cin alcuni momenti chiudiamo troppo in fretta alcuni punti e perdiamo di lucidità, ma ora sappiamo quello che dobbiamo fare. Siamo lì, ci crediamo.”

Più che soddisfatto il coach Cristiano Lucchi, che parla di una finale portata a casa con una grandissima prova: “Sono soddisfatto, è inutile dirlo, era la nostra finale e l’abbiamo vissuta come andava fatto. La cosa che mi fa particolarmente piacere è che ho visto reagire la squadra nel primo set.  In questo campionato “non è da noi” tra virgolette recuperare in quel modo un set, anzi ultimamente il nostro approccio dopo il 18-19 era troppo fragile e debole ed invece oggi abbiamo dimostrato di crederci, di esserci, di non mollare. Chi è entrato dalla panchina ha dato una grossissima mano e questa tenuta mentale deve essere un grosso passo in avanti su quelle che sono state le nostre difficoltà fino ad ora, cioè lavorare bene ma perdersi nei finali di set. Abbiamo mantenuto una grande lucidità nel secondo, facendo bene quello che avevamo preparato a video, dobbiamo ancora migliorare su questa defaiance che ci capitano su alcune situazioni troppo facili, perchè, come dico sempre alle ragazze, perdiamo i set su situazioni troppo banali come una free ball che cade o una palla alzata male nel momento sbagliato, coperture non fatte, troppi errori in battuta non forzata…sono tutte situazioni sulle quali dobbiamo lavorare e crescere, ma crescere in partita.

Quello che chiedo alle ragazze – prosegue Lucchi – è crescere in partita perchè in allenamento le cose vengono fatte bene…dobbiamo farle in gara perchè ci stanno rimanendo troppo poco per tutto il lavoro che facciamo in palestra. Abbiamo fatto un grosso passo in avanti nella tenuta mentale nel primo set. Nel terzo invece ci siamo perse troppo su situazioni troppo banali in cui una squadra come noi non può perdersi. Nel quarto invece brave a reagire, eravamo partite male nella falsariga delle cose sbagliate nel terzo, invece brave a cancellarle e a rientrare in partita e a portare a casa set e match. Un grosso complimento a tutta la squadra perchè c’è stato bisogno di tutti. Non mi stancherò mai di dirlo, questa è una squadra che ha bisogno e avrà sempre bisogno di tutte.”

  •   
  •  
  •  
  •