Francesca Piccinini ancora in campo: “Smettere? Sono più in forma di quando ho iniziato”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Non ah minimamente intenzione di smettere, nonostante quali siano le intenzioni della Igor Novara Francesca Piccinini, pronta a cercare glorie altrove qualora la società piemontese decidesse di non trattenerla in squadra. Non si sente bollita la concittadina del portiere della nazionale Buffon, e il fatto di non esserlo lo ha ben dimostrato in questa stagione, dove ha vinto ben due trofei da protagonista, portando anche la sua squadra a contendersi la finale scudetto con le pantere dell’moco Volley, divenendo un punto di riferimento essenziale per la giovanissima stella nascente della nostra nazionale di volley femminile Paola Egonu, che grazie alla campionessa ex Casalmaggiore ha imparato a divenire determinante anche negli incontri di altissimo livello quali possono essere le partite di Champions Volley League o, per l’appunto, le finali scudetto. Quello che mancava infatti, evidenziato dal coach della Turchia Guidetti, alla nazionale italiana era l’esperienza in campo internazionale, cosa che in questa stagione non è mancata di certo a pallavoliste come Paola Egonu e Alessia Orro, protagoniste nel bene e nel male delle ultime due competizioni internazionali del mondo della pallavolo, ovvero le Olimpiadi di Rio e gli Europei. Le due ex stelline di Club Italia avevano infatti giocato fuori dalla Penisola solo con le nazionali giovanili prima di raggiungere il grande palcoscenico di Rio, dove, naturalmente, hanno pagato la differenza di fronte ad atlete più quotate come le pallavoliste della nazionale serba, russa, e Olandese. Eppure la maggior parte delle atlete che provengono da questi Paesi gioca proprio nella A1 italiana, a dimostrazione di come il livello del nostro Paese nel mondo del Volley sia altissimo.

Leggi anche:  Sir Safety Conad Perugia, Dragan Travica: 'Modena viene da una sconfitta e sicuramente avrà grande voglia di rivalsa'

Molte novità in casa Novara, che farà Francesca Piccinini?

Il patron Leonardi ha spiegato che saranno almeno in 4 a partire, nel senso che quattro partiranno di sicuro, mentre la Picci Nazionale è messa tra le incerte, ovvero coloro che non si sa ancora bene cosa faranno. Una delle ipotesi potrebbe essere rappresentata dalla Cina, dove la Piccinini è un’icona nazionale e dove potrebbe ritrovare Valentina Diouf, data dai tabloid vicinissima all’Oriente. Certo si tratta solo di voci, e in questa fase dell’anno si fa più gossip che reale mercato, di conseguenza ogni cosa che si legge si deve prendere con le ‘pinze’per non rischiare di dire nefandezze. Certamente prima di rischiare di vedere la Piccinini con una maglia avversaria il Patron Leonardi ci penserà due volte vista la grande carica che sa infondere e al fatto che la schiacciatrice toscana sa infondere un vero spirito di squadre che sa tenere unito il gruppo. Francesca Piccinini potrebbe anche seguire le orme di Serena Ortolani rinata a Monza, il Saugella potrebbe infatti prenderla in considerazione anche se l’aspirazione della pallavolista di Massa preferirebbe rimanere in Piemonte visto il grande feeling che ha stabilito con le compagne e soprattutto con un pubblico che la considera la propria beniamina. Rimanere potrebbe anche non essere possibile, basta convincere un proprietario che non ha ben gradito la sconfitta in finale con le pantere del Conegliano.  Certo questi giorni saranno duri, ma poi le acque torneranno serene e allora probabilmente le confermate saranno molte di più di quante non annunciate dalla proprietà.

  •   
  •  
  •  
  •