Mercato volley femminile A1, un grande ritorno per Novara

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

Cresce l’attesa per vedere i roster completi  delle squadre per cominciare a fare le prime previsioni di chi potrebbe essere la candidata allo scudetto del prossimo anno. Novara in questo senso sta facendo sicuramente un ottimo lavoro volto ad allestire una squadra in grado di poter lanciare la sfida a Conegliano. Ultimo importante annuncio e’ stato l’acquisto della centrale serba classe 1990 Stefana Veljkovic , iniziata la sua carriera molto giovane gia’ a 18 anni era protagonista con la Stella Rossa dove gioco’ due anni. Una seconda avventura a Novara la sua, ci arrivo’ infatti ventenne per rimanere due anni prima di trasferirsi a Villa Cortese e al Galatasaray dove ad allenarla c’era proprio Massimo Barbolini. Successivamente quattro stagioni al Chemik Police dove ha vinto tanto, quattro scudetti consecutivi oltre a due coppe nazionali e due supercoppe. Ora il rientro per lei in uno dei campionati più prestigiosi al mondo dove ritroverà quella Novara che l’aveva abbracciata giovanissima. Trova una squadra che nel frattempo e’ riuscita a vincere uno scudetto, e che al momento si presenta come una delle societa’ più forti in Italia .
Il commento a proposito di questo acquisto del d.g. Enrico Marchioni apparse sul sito della società: ” Stefana e’ la perfetta sintesi delle atlete che possono dare un valore aggiunto alla nostra squadra, ovvero una ragazza giovane ma gia’ esperta, con una caratura internazionale data da oltre dieci anni vissuti da protagonista assoluta della scena mondiale, sia con la propria nazionale sia con i propri club. Ha accettato con entusiasmo la nostra proposta, conquistata dal progetto e dalle ambizioni del club, tanto da legarsi alla maglia azzurra con un contratto biennale”.
Vediamo anche le parole di Stefana Veljkovic: ” Sono molto contenta di tornare a Novara, e’ un po’ strano tornare alla città che per prima mi ha accolto quando ho lasciato la Serbia ma ho sensazioni ottime e sono felicissima. La scelta e’ stata rapida e naturale, come detto ho quasi la sensazione di tornare a casa e soprattutto potrò giocare per un club importante in un campionato che ammiro da sempre. Anzi, posso dire che sentivo davvero la mancanza dell’Italia, sia per quanto riguarda gli aspetti sportivi sia per quanto concerne invece gli aspetti umani. Il campionato sarà di livello altissimo e questo e’ importante per noi atlete, per confrontarci e crescere mantenendo sempre motivazioni forti, e anche per il club: giocare in un campionato prestigioso aiuta anche a fare risultati importanti nelle coppe europee e la Champions League e’ un obiettivo cui qualsiasi atleta ambisce. Ai tifosi dico che non vedo l’ora di riabbracciarli, sono certa che anche con il loro supporto avremo tutte le carte in regola per provare a vincere sia in Italia che in Europa.”
Grinta e voglia di vincere emergono dalle prime dichiarazioni della centrale serba che certamente mettera’ tutto il suo bagaglio di esperienza al servizio di una Novara che non può che trarre beneficio da giocatrici abituate a vincere. Il gap da Conegliano vuole essere colmato, per buona parte della scorsa stagione le piemontesi sono state la bestia nera delle pantere che pero ‘ alla fine hanno dimostrato di avere qualcosa in più .
In attesa delle future mosse di mercato ci si gode il rientro a Novara di una giocatrice di assoluto livello.

  •   
  •  
  •  
  •