Il brivido della ribalta

Pubblicato il autore: federica ferrazza Segui

Gianlorenzo Blengini – Foto Getty Images© per SuperNews

Inizio da brivido  per l’Italia di Gianlorenzo Blengini:molteplici le imprecisioni che hanno determinato la poca continuità nel set.Non possono nulla contro le potenze slovene che si prendono il primo parziale con facilità.

Non ci resta allora che sperare una ripresa.La lucidità dell’Italia ancora sembra assente di fronte ai giganti avversari che continuano a dare spettacolo,fino a quando arriva la svolta del 10-11.Cercano di ripartire dalle varie occasioni di pareggio gli azzurri e finalmente arriva l’Italia che tutti stavano aspettando:il vantaggio é di casa e il finale del set si scrive all’insegna di Anzani ,che farà la differenza per tutto il resto della partita.

Terzo set,tutto ancora da giocare .Continuano gli errori della Slovenia che sembra in caduta libera.Sotto la pressione dei muri firmati Anzani e le “martellate” dello zar Zaytsev ,tutto condito dalla grande affinità e coordinazione ,l’Italia imprime il sigillo alla partita e,passato il brivido iniziale ,il divario del punteggio ora è invalicabile.Ancora una volta decisivo Anzani nel set point.Cominciano a vedersi i primi sorrisi sui volti leggermente più rilassati dei giocatori che ancora non possono tirare un sospiro di sollievo ,ma che comunque sono riusciti ad uscire quasi completamente da una situazione sfavorevole.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, tutto pronto per il primo atto della finale scudetto

Set decisivo,il calore del pubblico di fa sentire ancora di più  : finirla qua ,approfittando del “momento no della Slovenia”,o continuare a giocare per il tie break.Fremono tutti,nell’aria c’è la  convinzione  che gli azzurri ormai ce la faranno.Gli sloveni provano ad alzare il ritmo,ma nessuno può fermare più l’Italia che ha tirato fuori l’occhio della tigre.Nonostante alcune sorprese del challenge a favore degli avversari e qualche problema in recezione ,arriva il match point che conclude il grande protagonista della partita, Anzani.

Cosí l’Italia vola a Milano e accede alla seconda fase del girone a punteggio pieno (15 punti)   .Nella pool E vedremo insieme ai nostri azzurri Olanda ,Russia e Finlandia.
Non ci resta che rimanere incollati alla tv per supportare un’Italia che vince e sa sorprendere anche  in momenti di difficoltà.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, tutto pronto per il primo atto della finale scudetto

•Le pagelle

Anzani re  del muro,ormai una certezza ,unito  allo zar e le sue “martellate” sembrano la coppia perfetta .Entrambe voto 10 non solo per aver risollevato la partita,ma anche per aver dimostrato tenacia e grande forza psicologica giusta per superare l’ostacolo del primo set distastroso.

Juantorena 9 notevole trascinatore della squadra che ha portato sempre durante il match l’attitudine giusta.

Giannelli 8,5 nonostante la “svirgolata di bager e l’errore gratuito,continua a dimostrarsi un ottimo alzatore e il grande lavoro di squadra è stato possibile anche grazie a lui.

Colaci 9 uno dei grandi protagonisti dell’italia,senza cui niente sarebbe lo stesso.Attaccato alla palla fino all’ultimo respiro,non ne lascia sfuggire una e si butta a capofitto in ogni situazione.

Maruotti  8 stupisce tutti e il suo contributo si rivela prezioso.Sorprende  mette a segno punti importanti.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, tutto pronto per il primo atto della finale scudetto

Mazzone 7,5 al muro anche lui si rivela di capitale importanza.

Lanza 5,5 questa volta non era  con la testa in campo ,forse si è fatto trascinare anche troppo dalle incertezze del primo set.Speriamo di vederlo meglio nel prossimo match a Milano .

  •   
  •  
  •  
  •