Mondiale Volley maschile, l’Italia vince con l’Argentina e dimostra di saper soffrire

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


E’ arrivata la terza importantissima vittoria per l‘Italia che al Mandela Forum di Firenze , spinta dal grande tifo di oltre 7000 tifosi , si e’ imposta per 3-1 contro l’Argentina. (22-25, 25-15,25-23,28-26)
Di fronte questa sera non c’era un avversario qualunque. C’era l‘Argentina guidata da quel Velasco che ha segnato come allenatore  la storia del volley italiano.
E non sara’ stata una sfida come tutte le altre anche  per lui che tanto ha dato alla nostra pallavolo e dalla quale molto ha ricevuto.
Questa sera al di la’ degli aspetti tecnici e degli errori che rispetto alle precedenti partite contro Giappone e Belgio si sono visti, l’aspetto che più conta sottolineare e’ uno di quelli che più sta a cuore al CT Blengini, quel concetto di “resistenza ” a lui tanto caro e intorno al quale ha cercato  nel corso di questi anni di plasmare il suo gruppo.
Questa sera la resistenza alle difficolta’ e’ stata fondamentale per trovare la soluzione a un match che si stava facendo complicato. Sotto di un set, sono arrivate le prime vere difficolta’ di questo torneo mondiale alle quali pero’ Zaytsev e compagni hanno saputo reagire bene.
Hanno saputo reagire al fatto che il servizio non andasse come nella partita col Belgio, al fatto che non arrivassero punti dal muro, all’efficacia in attacco degli avversari.
Si e’ saputo reagire anche al fatto di aver buttato via un vantaggio importantissimo nel quarto set e di aver subito una grandissima rimonta dell’Argentina che ha portato il parziale ai vantaggi.
La partita si e’ conclusa con un ace di Baranowicz fino a quel momento rimasto in panchina e  appena entrato per servire, forse un segnale della forza di questo gruppo, della compattezza, della capacita’ di resistenza tanto cercata dal CT Blengini.

Leggi anche:  Pallavolo - Il post della Pallavolo Padova dedicato a Pasinato
  •   
  •  
  •  
  •